Eventi Lombardia

Fa la cosa giusta 2017, consumo critico e sostenibilità tra riflessione e svago

Fa la cosa giusta 2017 Milano: nell’epoca del consumismo, in cui impera la sostituzione degli oggetti in luogo della loro riparazione, torna la Fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili.

Fa la Cosa Giusta 2017 Milano
Il logo di Fa la Cosa Giusta.

Dopo il successo dello scorso anno con 770 espositori e oltre 7000 visitatori, a Milano dal 10 al 12 marzo, torna la quattordicesima edizione di Fa la cosa giusta! la fiera che lancia idee e suggerimenti, potenzialmente vitali, per il consumatore moderno.

Nei padiglioni 3 e 4 di Fieramilanocity, “Fa la cosa giusta 2017 ” si propone di contrastare l’attitudine del consumatore a buttare gli oggetti rotti e, nello stesso tempo, vuole incentivare l’utilizzo alternativo degli stessi o il reimpiego dei materiali che li compongono.

Quando si parla di consumo critico e consapevole, anche il cibo riveste un ruolo fondamentale e la kermesse milanese spinge ad essere più attenti nell’acquisto alimentare nonchè a informarsi maggiormente sull’origine e la produzione di ciò che mangiamo. Viene dato spazio a tematiche quali i prodotti a chilometro zero o provenienti da filiere sostenibili, cucina vegana e consumo consapevole.

Alcuni degli ospiti attesi nel 2017

Nell’edizione precedente, Fa la cosa giusta ha convinto oltre settemila partecipanti con cooking show, degustazioni di prodotti tipici, dibattiti e mini-corsi tenuti dagli chef. Quest’anno, sei appuntamenti saranno tenuti dalla FunnyVegAcademy. Tra gli altri, sono attesi:

  • lo chef Simone Salvini, promotore della cucina ayurvedica,
  • Mara di Noia e Marzia Riva con uno spazio dedicato alla cucina e al benessere,
  • lo chef Giuseppe Tortorella e il suo street food,
  • la cucina sperimentale di Luca André.

Lo spazio espositivo e le 11 aree tematiche

Fa la Cosa Giusta 2017 Milano: date e programma I 32.000 metri quadri di Fieramilanocity, riservati a “Fa la cosa giusta!”, saranno divisi in undici aree tematiche di diverso interesse:

  • per quanto riguarda il cibo, la scelta è ampia e mette a disposizione punti espositivi non solo per le nuove tendenze ma per tutti i tipi di alimentazione. Area vegan, Salumeria del design e Street food, daranno spazio all’agricoltura biologica, ai prodotti selezionati, al presidio Slow food e alla difesa della sovranità alimentare;
  • nella sezione Turismo consapevole, il 2017 sarà l’anno dei borghi e del turismo sostenibile;
  • la categoria Critical Fashion propone MessieDesign, un brand creato da Martina Piazza che tenta di riutilizzare qualsiasi oggetto in luogo dello smaltimento precoce.;
  • non potevano mancare gli spazi dedicati all’ambiente e allo sviluppo sostenibile: Mobilità sostenibile e Sviluppo per la sostenibilità tentano di promuovere il risparmio nel trasporto pubblico, l’utilizzo dei veicoli elettrici, piani di economia circolare e materiali compostabili;
  • infine, la sezione Pianeta dei piccoli metterà a disposizione giochi ecocompatibili per i bambini, esposizioni per l’abbigliamento e l’arredamento.

Sebbene incompleto, questo elenco lascia trasparire quanto “Fa la cosa giusta!” sia una fiera versatile e socialmente importante, capace di intrattenere qualsiasi ospite e il suo eventuale campo di interesse (cibo, ambiente, turismo e moda).

Per gli amanti del cibo e dell’enogastronomia sarà un’ottima occasione per valutare un cambiamento delle abitudini alimentari, adempiendo al duplice scopo di raggiungere il benessere fisico senza trascurare, a breve e a lungo termine, quello dell’ambiente e del territorio.

Per maggiori informazioni, visitare falacosagiusta.org.

© Riproduzione vietata

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati alla nostra newsletter

Clarissa Iraci

Clarissa Iraci

Cirasa siciliana - Sono nata e cresciuta a Palermo, capitale dello street food. Dopo la laurea in “Comunicazione per i Media e le Istituzioni“, con una tesi sulla “Traduzione sinestesica della sensazione gustativa in pubblicità”, ho deciso di seguire la passione per il mondo della gastronomia. Da siciliana orgogliosa, mi piacerebbe trasmettere passioni e storie relative al gusto, di questa terra bella e maledetta.

GdG Channel

Categorie

Pubblicità


Pubblicità