Massimiliano Mascia, del San Domenico di Imola porta la Romagna al Forte Village

Dalle cucine del Ristorante due Stelle Michelin all’opulenza di uno dei resort più chic della Sardegna situato a Santa Margherita di Pula (CA). Lo chef romagnolo proporrà alla Terrazza San Domenico alcuni piatti classici e iconici del locale imolese come il famosissimo Uovo in Raviolo San Domenico.

Estate in Sardegna con Massimiliano Mascia del San Domenico Imola

Lo Chef Massimiliano Mascia del San Domenico Imola.

Il Ristorante San Domenico di Imola è una di quelle realtà che da quasi cinquant’anni dona lustro all’ospitalità gastronomica dell’Emilia Romagna, per la ricercatezza e qualità dell’offerta che sono state premiate con le due Stelle Michelin dal 1977.

Fin dalla sua inaugurazione nel 1970, il San Domenico ha perpetrato un’idea di cucina molto alta, ispirata a quella delle grandi famiglie nobiliari italiane, senza trascurare l’attenzione alle nuove tendenze sia nella preparazione dei piatti che nella loro presentazione. Lo stile a tavola e negli ambienti, ancora oggi, è classico ed elegante – quasi rigoroso – ma conserva l’indole ospitale e accogliente tipica della Romagna più autentica.

Terrazza San Domenico al Forte Village

Nell’estate 2018 una parte dello staff del ristorante romagnolo, sotto la guida esperta dello chef Massimiliano Mascia, vivrà una nuova ed entusiasmante avventura che porterà i suoi iconici piatti in Sardegna presso il Forte Village Resort di Santa Margherita di Pula, in provincia di Cagliari. Qui, nei mesi di luglio e agosto, sarà allestita la Terrazza San Domenico, un luogo di ritrovo gourmet affacciato sul Mar Mediterraneo che delizierà una clientela internazionale ed esigente.

Nell’Hotel sardo a cinque stelle, saranno proposti alcuni cavalli di battaglia del San Domenico, come l’Uovo in Raviolo San Domenico con burro di malga Parmigiano dolce e tartufo di stagione, ma anche piatti estivi che terranno conto della materia prima locale, tra cui il pesce. L’impronta romagnola si manifesterà, soprattutto, nella pasta fresca, nella pasta ripiena, nella piadina e in altre specialità regionali.

Estate in Sardegna con Massimiliano Mascia del San Domenico Imola

Da sinistra: Rombo chiodato con asparagi; Uovo in raviolo e Meringato con fragole e gelato crema.

Chef Massimiliano Mascia, dalla Romagna alle più grandi cucine del mondo

È un “nipote d’arte” lo chef trentacinquenne Massimiliano Mascia che ha ereditato la passione per la cucina dallo zio Valentino Marcattilii, executive chef dello stesso San Domenico, che osservava ed aiutava ai fornelli fin da piccolo.

Nonostante questo potenziale “vantaggio”, Mascia si è impegnato moltissimo a studiare e consolidare la sua crescita professionale che l’ha portato a lavorare nel Ristorante Vissani e del Ristorante Romano di Viareggio e, a livello internazionale, nelle partite dell’Osteria Fiamma di New York e dai francesi Bastide Saint Antoine e alla corte del pluristellato Alain Ducasse al Plaza Athenée di Parigi.

Oggi Max, come lo chiamano le persone più vicine a lui, è un nome importante della cucina italiana e rappresenta la nuova generazione del Ristorante San Domenico a cui garantisce continuità alla tradizione gastronomica che, ovviamente, viene contaminata da una mente giovane e creativa, attenta alla tendenza e alla stagionalità.

Print Friendly, PDF & Email
TAG:     , ,

Autore /


Enzo Radunanza

Il Cronista d’assaggio. Vivo a Bologna dal 1999 ma con "La Grassa" non è stato amore a prima vista. Abbiamo iniziato come amici e, lentamente, mi sono innamorato della sua cucina, dei prodotti tipici, della sua creatività mista ad anticonformismo. Ho una laurea in Economia aziendale, mi piace leggere, scoprire e raccontare storie, mondi e persone anche molto diverse da me. Appassionato di web marketing e comunicazione, scrivo di teatro, spettacolo, musica e tv anche se, attualmente, l'enogastronomia occupa gran parte del mio tempo libero.

© Riproduzione vietata
Scritto il: lunedì, 23 luglio 2018

Ti potrebbero interessare: