Prodotti

Lo scalogno: ortaggio semplice dalle molteplici proprietà nutrizionali

Antiossidante per le cellule dell’organismo, previene l’osteoporosi, ricco di vitamine e sali minerali, preserva la salute di unghie e capelli. Ma l’Allium ascalonicum è, soprattutto, donatore di un gusto irresistibile ai nostri piatti.

Scalogno: varietà e proprietà per la salute
Scalogno: varietà e proprietà per la salute.

Lo scalogno è un ortaggio “parente” della cipolla e dell’aglio. Appartiene alla famiglia delle Liliacee e il suo nome deriva dal latino “Allium ascalonicum”.

Originario del Medio Oriente, è giunto in Europa tra il XII-XIII secolo dal territorio corrispondente all’attuale Israele; presso gli antichi Romani era molto apprezzato per il suo gusto particolare ed impiegato come afrodisiaco.

Scalogno: varietà e forme

Le varietà di Allium ascalonicum più utilizzate in cucina sono:

  1. lo scalogno di Romagna,
  2. lo scalogno grigio,
  3. lo scalogno coscia di pollo,
  4. lo scalogno di Jersey.

Le forme variano, a partire dalla prima tipologia che presenta la caratteristica forma a bottiglia con buccia leggermente dorata, fino ad arrivare allo scalogno di Jersey di piccole dimensioni e dalla forma rigonfia con buccia rosa. Il tipico odore è dovuto alla presenza di sostanze derivanti dallo zolfo.

Le proprietà e i benefici

Grazie alle proprietà organolettiche, lo scalogno si rivela un ottimo alleato che funge da antiossidante per le cellule del nostro organismo. È costituito principalmente da acqua ed è ricco di sali minerali quali calcio, fosforo, selenio, potassio, sodio, zolfo e silicio.

Una buona presenza di silicio lo rende particolarmente utile a prevenire l’osteoporosi e a preservare la salute di unghie e capelli. È ricco di vitamine, come la A, la C e le vitamine del gruppo B.

Molte anche le sue proprietà terapeutiche; essendo ricco di antocianine, sostanze che proteggono il nostro sistema cardiovascolare, favorisce la circolazione sanguigna, regola la pressione e svolge anche una funzione antibiotica.

Tutto sullo Scalogno
Scalogno.

L’utilizzo in cucina

Il sapore lievemente aromatico che lo contraddistingue dalla cipolla ne permette l’uso in cucina sia da solo sia in abbinamento a varie pietanze, come ragù, vellutate di verdura, farciture di torte salate, insalate, ecc.

Impreziosisce anche piatti a base di pesce, carni lesse o arrostite, brasati e stufati. Come ingrediente per il soffritto, dopo la cottura, si rivela al palato più delicato nel sapore e non lascia l’alito cattivo.

Imperdibile intero: sott’olio, arrostito o caramellato, da impiegare come ripieno di una gustosa frittata.

– SCALOGNO –
PRODUZIONE E VENDITA
Elenco aziende
Contattaci se vuoi essere presente qui!

© Riproduzione vietata

Print Friendly, PDF & Email
Tags

Condividi su:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati alla nostra newsletter

Amanda Arena

Amanda Arena

«Mangiare è una necessità. Mangiare intelligentemente è un’arte» è la frase di François de La Rochefoucauld che mi guida nella scelta dell’alimentazione. Laureata in Scienze Politiche, specializzata in Marketing vitivinicolo e sommelier, lavoro nella comunicazione e amo esplorare i mondi del vino e del cibo per raccontarne gli aromi, i sapori, i protagonisti e i territori.

GdG Channel

Categorie

Pubblicità


Pubblicità