Lazio Eventi

A Roma la viticoltura eroica delle Cantine Antonio Mazzella

La Terrazza Montemario del prestigioso Hotel Rome Cavalieri Waldorf Astoria ha accolto appassionati e giornalisti in un doppio appuntamento condotto da Luciano Mallozzi, noto volto televisivo e docente FIS. Grande successo di pubblico e tutto esaurito per il debutto nella Capitale del racconto dei “vini di fatica e sudore” dell’azienda ischitana

Da sinistra, Luciano Mallozzi e Nicola Mazzella (Foto © Ufficio stampa).

La storia e la tradizione vitivinicola dell’Isola Verde, la sua viticoltura eroica e la preziosa eleganza dei vini della nota azienda ischitana sono stati protagonisti di una serata speciale organizzata dalla Fondazione Italiana Sommelier di Roma: le etichette di Nicola e Vera Mazzella, a poco più di un mese dal prestigioso premio Sole della Guida Veronelli hanno debuttato in grande stile a Roma in una delle cornici più prestigiose della Capitale, i saloni addobbati a festa dell’Hotel Rome Cavalieri Waldorf Astoria, sede dell’importante Fondazione diretta da Franco Maria Ricci.

Un grande successo di pubblico nei due appuntamenti di degustazione svolti nella giornata del 16 dicembre, entrambi condotti da un magistrale Luciano Mallozzi, docente FIS e volto noto al grande pubblico de “La Prova del Cuoco” che ha più volte sottolineato la grande “eroicità” della viticoltura estrema della famiglia Mazzella che, da oltre 70 anni, è tra le pochissime aziende produttrici di vino dell’Isola d’Ischia. Un ruolo che è esso stesso di difesa e conservazione di vigneti terrazzati unici al mondo.

Un focus di degustazione che ha visto i due vitigni autoctoni Biancolella e Forastera, protagonisti unici di sette etichette presentate in anteprima al pubblico partecipante in sala:

Biancolella 2018 – Ischia Bianco Alema 2018 – Forastera 2018 – i cru Vigna del Lume 2018 e Villa Campagnano 2018 – il Nero 70, a base Piedirosso e Aglianico da vendemmia tardiva e l’IGT Epomeo Passito Sygnum 2014 abbinato per l’occasione ai panettoni artigianali a base di mosto cotto, prodotti dalla maestria artigianale di Angelo Trani, noto pastry chef dell’Isola.

«Vini gastronomici che ben si abbinano ai piatti tipici della tradizione ischitana – ha dichiarato Luciano Mallozzi durante la serata– e che rappresentano l’anima vera e la grande fatica di una terra magica e speciale. Scie mandorlate e sapidità particolare di etichette che ricordano il mare di Ischia. Il tempo e il costante impegno della famiglia Mazzella ha reso queste aree da aride e abbandonate a fiorenti e produttive, creando vini originali, territoriali e dal sapore poetico, fieramente isolani»

Cantine Antonio Mazzella, tre generazioni di vignaioli

Tre generazioni e un passato pieno di sacrifici e impegno, questa è la storia delle cantine Antonio Mazzella, fondate nel 1940, ampliate e perfezionate ora da Nicola e Vera Mazzella. Tradizione, ricerca e passione sono i valori raccontati attraverso vini autoctoni provenienti da viticoltura eroica di vigne a picco sul mare a sud dell’Isola d’Ischia. Una produzione prevalentemente basata su Biancolella e Forastera, che vedono nei cru Vigna del Lume e Villa Campagnano, i gioielli enologici della storica realtà di Campagnano. 

Cantine Antonio Mazzella
Via Serbatoio, 2 – Ischia (NA)
Sito webFacebook

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati alla nostra newsletter

Redazione

Redazione

La squadra di redazione de La Gazzetta del Gusto è ricca di professionisti della comunicazione, blogger, esperti di alimentazione e di cucina. Ognuno apporta un contribuito unico grazie a personalità ed esperienze eterogenee.

GdG Channel

Categorie

Pubblicità

Pubblicità