Friuli-Venezia Giulia Eventi

Diemme sbarca a TriestEspresso tra assaggi di specialty, limited edition e dibattiti

È una storia di 300 anni quella di Trieste nel comparto del caffè e alla fiera biennale, tra i professionisti e i principali brand del settore, l’azienda padovana presenterà degustazioni sia di miscele classiche sia di nuovi prodotti.

Diemme Caffè presente a TriestEspresso 2018
TriestEspresso 2018 si svolge dal 25 al 27 ottobre a Trieste.

La nona edizione di TriestEspresso Expo si svolgerà dal 25 al 27 ottobre nei suggestivi magazzini del Porto Vecchio di Trieste, antico scalo portuale della città, e nella Centrale Idrodinamica, icona di archeologia industriale.

L’evento dedicato alla filiera dell’espresso ha una cadenza biennale ed è organizzato dalla Camera di Commercio Venezia Giulia in collaborazione con l’Associazione Caffè Trieste. I due scenari scelti sono evocativi della splendida città impregnata di Mitteleuropea, crogiuolo di diverse etnie e luogo d’incontro di intellettuali, uomini d’affari, politici, artisti e scrittori triestini e internazionali.

Personaggi celebri come Saba, Svevo e Joyce, tra l’Ottocento e il Novecento, celebravano l’antico rito della bevanda a base dell’aromatico chicco negli splendidi caffè storici; basti pensare al Caffè degli Specchi, incastonato nella splendida Piazza Unità d’Italia, Caffè Tommaseo a ridosso del mare o l’Antico Caffè San Marco in via Cesare Battisti dove ancora oggi si può compiere un meraviglioso salto indietro nel tempo sorseggiando un “Nero” o un “Capo in B” accompagnato da una fetta di torta Sacher.

Solo a Trieste, città dal fascino irresistibile e talvolta di difficile interpretazione, in cui nulla inizia e finisce realmente nell’eterno dialogo tra cielo e mare, poteva celebrarsi il più colto dei rituali quotidiani che accompagna le nostre giornate e si sublima nei profumi e negli aromi cangianti di una tazzina di caffè.

TriestEspresso Expo celebrerà i tanti volti del caffè e ospiterà le deliziose novità presentate dai circa 200 espositori del comparto caffeicolo dal momento che, sin da quando la storica bevanda inziò a diffondersi nella “Vecchia Europa”, approdò anche ai moli di Trieste nei sacchi di juta intrisi dell’odore della salsedine nelle giornate di bora.

Diemme Caffè presente a TriestEspresso 2018 con tante novità

Sarà un’edizione ricchissima quella di TriestEspresso 2018 per la torrefazione Diemme Industria Caffè Torrefatti. Dal 25 al 27 ottobre l’azienda padovana, in procinto di sbarcare sulla scena triestina con il nuovo format di caffetterie Caffè Diemme Italian Attitude, parteciperà all’importante evento fieristico, ormai punto di riferimento internazionale per l’intero settore, con un programma di approfondimento sulle linee evolutive del gusto e della professionalità nel comparto caffè.

Sposando appieno la filosofia di TriestEspresso, che offre un’occasione unica per confrontarsi con gli operatori della filiera e incontrare professionisti e coffee-lover provenienti da tutto il mondo, Diemme accoglierà i visitatori con un planning di assaggi messo a punto dal proprio team interno di tostatori, in collaborazione con il Campione Italiano Baristi SCA Davide Cavaglieri.

Le degustazioni riguarderanno sia i prodotti tradizionali, sia le nuove proposte: accanto alle miscele classiche a marchio Caffè Diemme, verranno serviti gli eccellenti blend e single origin della linea Gli Speciali – Diemme, caffè di alto profilo provenienti da micro-lotti selezionati. Gli Speciali verranno preparati con diversi metodi di estrazione (dall’espresso ai metodi filtrati, V60, syphon, chemex) in grado di esaltarne le caratteristiche e per consentire a ciascuno di sperimentare i diversi risultati in tazza.

Durante l’evento verrà lanciata anche la nuova creazione limited edition Jingle Blend, la miscela 100% Arabica, armonica e corposa in tazza, con note sensoriali di lampone, uvetta e sul finale un piacevole retrogusto di cioccolato al latte e caramello. Si tratta di un prodotto che Diemme dedica al periodo invernale, nato in laboratorio dall’unione sapiente di due caffè naturali: l’Ethiopia Asefa Dukamo e il Brasile Alta Mogiana, origini selezionate per il loro sorprendente profilo organolettico.

Novità con la Diemme Academy

La partecipazione al clima di condivisione e networking della fiera sarà inoltre preludio al nuovo passo che l’azienda compirà entro fine anno, inaugurando Diemme Academy, un centro esperienziale e di formazione a tutto tondo per i professionisti del bar, della ristorazione e dell’ospitalità.

L’Academy, che si avvale dell’esperienza maturata da Diemme nel campo dei caffè tostati e nella gestione dei pubblici esercizi dal 1927 ad oggi, aprirà accogliendo un evento di grande risonanza per gli operatori del mondo caffè: la tappa finale delle selezioni per i Campionati Italiani 2019 organizzati da SCA (Specialty Coffee Association), prevista per i giorni 14, 15 e 16 dicembre 2018.

Gli appuntamenti da non mancare organizzati da Diemme a TriesteEspresso

Intanto, a Triestespresso, Diemme aprirà un dibattito culturale sulle trasformazioni in atto nel settore del caffè, dal punto di vista dell’esercente e del consumatore. Lo farà con due appuntamenti a carattere divulgativo e grazie alla collaborazione con professionisti di spicco nel panorama internazionale del caffè e dell’enogastronomia.

Diemme Caffè presente a TriestEspresso 2018: ecco cosa proporrà
Da sinistra Gianni Pistrini e Stefano Cosma, relatori dei seminari.

Questo il programma degli eventi:

  • Venerdì 26 ore 11:00: “Il caffè a tavola. Nuove frontiere gastronomiche” con Gianni Pistrini, degustatore, tecnico del caffè, scrittore e giornalista, attualmente presidente dell’Associazione Museo del Caffè di Trieste.
    Si parlerà di come l’approccio al caffè stia evolvendo nel mondo della gastronomia e ristorazione.
  • Sabato 27 ore 11:00: “Sapèri del vino, Sapori di caffè” con Stefano Cosma, degustatore professionista, scrittore di settore e storico del vino.
    Il focus sarà sulle analogie e differenze tra il mondo del vino e del caffè: la rivoluzione che sta riportando l’attenzione sui diversi tipi di caffè e modi di gustarli, sulla qualità della bevanda a partire dai metodi di coltivazione fino alla tazzina servita, può essere paragonata alla rivoluzione che ha reso POP la cultura del vino? Qual è allo stato attuale la percezione e il livello di conoscenza nel consumatore, quali i trend di mercato?
Print Friendly, PDF & Email

Condividi su:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati alla nostra newsletter
Amanda Arena

Amanda Arena

«Mangiare è una necessità. Mangiare intelligentemente è un’arte» è la frase di François de La Rochefoucauld che mi guida nella scelta dell’alimentazione. Laureata in Scienze Politiche, specializzata in Marketing vitivinicolo e sommelier, lavoro nella comunicazione e amo esplorare i mondi del vino e del cibo per raccontarne gli aromi, i sapori, i protagonisti e i territori.

© Riproduzione vietata
Scritto il: mercoledì, 24 Ottobre 2018

GdG Channel

Categorie

Pubblicità

Pubblicità

Pubblicità