PappaMilano 2016, la guida per mangiare a Milano a buon prezzo

PappaMilano 2016, la nuova edizione della guida di Valerio Massimo Visintin fornisce 150 indirizzi per mangiare bene a Milano senza spendere una fortuna.

PappaMilano-2016-Valerio-Massimo-Visintin

PappaMilano 2016 di Valerio Massimo Visintin.

Nel 2015 la città di Milano e l’enogastronomia sono state legate indissolubilmente all’Expo, la grande Esposizione Universale dedicata al cibo che, tra celebrazioni e qualche critica, si è conclusa a fine ottobre.

Per tutto lo scorso anno, l’intera ristorazione meneghina è stata attraversata da un intenso fermento perchè questo evento internazionale prometteva una fioritura dei guadagni nel settore del Food & Wine. A conti fatti, però, ad aumentare sono state solo le insegne e, adesso, i nuovi locali dovranno trovare la giusta strada per sopravvivere tra tanta concorrenza.

Dove mangiare a Milano?

Per chi voglia orientarsi in una città così grande e trovare sempre il posto giusto dove mangiar bene, Terre di mezzo Editore ha pubblicato la nuova edizione di “PappaMilano 2016” di Valerio Massimo Visintin, una guida tascabile contenente 150 indirizzi per soddisfare il palato senza spendere una fortuna.

Va chiarito subito che tascabile non deve far pensare ad un libro meno esauriente e meno utile di altre guide ritenute più prestigiose perché a soli 10 euro, l’autore nonchè critico gastronomico del Corriere della Sera, riesce a recensire in maniera chiarissima ed esaustiva, ristoranti classici, regionali, pizzerie, osterie, hamburgerie, trattorie ed enoteche.

Ovviamente Visintin segue i suoi gusti e le sue preferenze ma le segnalazioni sono sincere e leali perché il giornalista è abituato a visitare più volte i locali in incognito, a provare i loro piatti  e quindi esprimere un parere obiettivo. Lui stesso, nella premessa, chiarisce che con PappaMilano non promette un susseguirsi di eccellenze ma di raccontare a modo suo “150 indirizzi mediamente affidabili per mangiare a Milano, a buon prezzo”.

In effetti alla maggior parte delle persone comuni che vivono in una città, non interessano le eccellenze ma solo posti accoglienti, dove trascorrere piacevolmente qualche ora, mangiando bene, in modo variegato e pagando un prezzo onesto.

Anche se non vivo a Milano, ho letto PappaMilano dalla prima all’ultima pagina e ho apprezzato la brillante capacità di Valerio Massimo Visintin di descrivere ogni locale alla perfezione, usando poche e semplici parole, mettendo in luce gli aspetti realmente interessanti, non lesinando eventuali critiche, a volte spiritose o pungenti, come solo una persona realmente competente riesce a fare.

PappaMilano 2016: la struttura del libro

L’autore suddivide la guida in tre sezioni:

  1. le novità: 20 indirizzi di ristoranti di recente apertura a Milano;
  2. locali confermati: un elenco di 30 ristoranti, trattorie e pizzerie che vantano una presenza consolidata in città;
  3. prêt-à-porter con una raccolta di 100 indirizzi che propongono una cucina più rapida, con cibo monotematico o “street food”, come si ama dire oggi: pizze fritte, arrosticini abruzzesi, fritti, panini, kebab e così via. Anche in questo settore, comunque, Visintin seleziona, sceglie e propone solo i luoghi dove il cibo sfizioso non è necessariamente sinonimo di cibo spazzatura.

Particolarità della guida

A rendere PappaMilano una strumento efficace e facilmente consultabile, oltre alla tascabilità, ci sono un indice alfabetico di tutti i ristoranti segnalati, una piantina della città con l’indicazione degli stessi e, in ogni scheda, notizie chiare su menù, ubicazione, orari, giorni di apertura e chiusura, fasce di prezzo, accessibilità o meno ai disabili nonchè una leggenda con simboli molto eloquenti.

PappaMilano-2016-V-Massimo-Visintin

Acquista subito la guida in offerta su Amazon:


PAPPAMILANO 2016 – 150 indirizzi per mangiare bene e non spendere una fortuna
Autore: Valerio Massimo Visintin
Editore: Terre di mezzo Editore
Data di uscita: 26 novembre 2015
Pagine: 128 (formato 12×16 cm)
Lingua: Italiano
Prezzo di listino: € 10,00


Print Friendly, PDF & Email
TAG:     ,

Autore /


Enzo Radunanza

Il Cronista d’assaggio. Vivo a Bologna dal 1999 ma con "La Grassa" non è stato amore a prima vista. Abbiamo iniziato come amici e, lentamente, mi sono innamorato della sua cucina, dei prodotti tipici, della sua creatività mista ad anticonformismo. Ho una laurea in Economia aziendale, mi piace leggere, scoprire e raccontare storie, mondi e persone anche molto diverse da me. Appassionato di web marketing e comunicazione, scrivo di teatro, spettacolo, musica e tv anche se, attualmente, l'enogastronomia occupa gran parte del mio tempo libero.

© Riproduzione vietata
Scritto il: venerdì, 12 Febbraio 2016

Ti potrebbero interessare: