Lievitati

Pane tricolore, la ricetta (buona) che sorprende!

Profumi e colori irresistibili per una pagnotta che diventerà la star di tavole e buffet

La pagnotta tricolore appena sfornata (Foto © Tiziano Mangiapia).

Alcune ricette hanno un potere evocativo e riportano alla mente un ricordo ben preciso; il pane fatto in casa ne è un esempio. Gli italiani non possono proprio rinunciare a questo piacere ma, spesso, il risultato non è esattamente quello che ci si aspettava.

Pane tricolore fatto in casa, fantasia e sorpresa

Questa semplice ricetta del pane tricolore fatto in casa permetterà, anche ai meno esperti, di stupire i propri ospiti con un panetto cromatico e profumato. L’aroma del basilico e il sapore dolce della barbabietola (scoprite qui tutte le sue proprietà) insieme regalano un connubio sofisticato che vi conquisterà morso dopo morso.

FOTO PANE INTERO VISTO DALL’ALTO

Ringraziamo il blogger Tiziano Mangiapia per averci regalato questa preparazione.

La fetta rivela i tre colori degli impasti (Foto © Tiziano Mangiapia).
 
Dosi:
8 persone
Difficoltà:
Facile
Costo:
Basso
Tempo:

3, 15 ore

Tempo Cottura:

40 minuti

 
 
Forno:

180°C

Dosi:
8 persone
Difficoltà:
Facile
Costo:
Basso
Tempo:

3, 15 ore

Tempo Cottura:

40 minuti

Forno:

180°C

Impasto bianco

  • 320 grammi di farina manitoba
  • 175 grammi di latte
  • 40 grammi di burro
  • 25 grammi di zucchero
  • 6 grammi di sale
  • 5 grammi di lievito di birra disidratato

Impasto verde

  • 320 grammi di farina manitoba
  • 175 grammi di latte
  • 30 foglie di basilico
  • 30 grammi di burro
  • 25 grammi di zucchero
  • 6 grammi di sale
  • 5 grammi di lievito di birra disidratato

Impasto rosso

  • 320 grammi di farina manitoba
  • 200 grammi di barbabietola cotta
  • 55 grammi di latte
  • 50 grammi di burro
  • 6 grammi di sale
  • 5 grammi di lievito di birra disidratato
  • 1 cucchiaino di zucchero
I tre impasti già pronti (Foto © Tiziano Mangiapia). 

La ricetta prevede la preparazione di 3 impasti differenti

  1. Per l’impasto neutro, di colore bianco, sciogliere il lievito di birra secco nel latte a temperatura ambiente insieme allo zucchero. Setacciare la farina in una ciotola, unire il burro fuso e il lievito attivato e iniziare ad impastare. Aggiungere il sale ed impastare (a mano oppure con una impatatrice o planetaria) fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Coprire il panetto ottenuto con una pellicola e un canovaccio pulito e fare lievitare un paio di ore in un ambiente caldo.
  2. Per il secondo impasto di colore verde, frullare le foglie di basilico insieme alla metà del latte fino ad ottenere una purea più omogenea possibile. Sciogliere il lievito di birra secco nel latte rimanente insieme allo zucchero. Setacciare la farina nella ciotola, unire il burro fuso, la purea di basilico, il lievito attivato e iniziare ad impastare. Aggiungere il sale ed impastare fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Coprire il panetto ottenuto con una pellicola e un canovaccio pulito e fare lievitare un paio di ore in un ambiente caldo.
  3. Per l’ultimo impasto, quello rosso, frullare la barbabietola cotta fino ad ottenere una purea omogenea. Se serve, aggiungere un po’ di latte a disposizione. Sciogliere il lievito di birra secco nel latte insieme allo zucchero; setacciare la farina in nella ciotola, unire il burro fuso, la purea di barbabietola, il lievito attivato e iniziare ad impastare. Aggiungere il sale ed impastare fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo. Coprire il panetto ottenuto con una pellicola e un canovaccio pulito e fare lievitare un paio di ore in un ambiente caldo.
  4. Trascorse le due ore , quando i panetti avranno raddoppiato il loro volume lavorare velocemente gli impasti. Imburrare uno stampo da plumcake 31×12 cm circa (12 cm di base , 16 cm parte superiore). Pesare l’impasto totale e dividerlo in 4 parti uguali e formare, per ciascun colore, 4 salsicciotti lunghi quanto lo stampo ottenendo un totale di 12 filoncini. Rotolare ogni salsicciotto nei semi di papavero e sistemarlo nello stampo alternando i colori. Lasciare lievitare il tutto per circa 30/40 minuti.
  5. Cuocere ora in forno caldo statico a 180°C per 40/45 minuti nella parte bassa. Verso fine cottura potrebbe essere necessario coprire con un foglio di alluminio per evitare che la superficie scurisca troppo.
  6. Fare raffreddare bene prima di sformare.
Print Friendly, PDF & Email

Condividi su:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati alla nostra newsletter

Redazione

Redazione

La squadra di redazione de La Gazzetta del Gusto è ricca di professionisti della comunicazione, blogger, esperti di alimentazione e di cucina. Ognuno apporta un contribuito unico grazie a personalità ed esperienze eterogenee.

GdG Channel

Categorie

Pubblicità

Pubblicità