Emilia-Romagna Eventi

GiovinBacco: a Ravenna la festa del gusto

Dal 21 al 23 ottobre il centro storico della città bizantina si trasforma in vetrina all’aria aperta dove trovare e gustare il meglio del made in Romagna vitivinicolo e gastronomico. Ecco cosa ci attende a GiovinBacco 2016.

giovinbacco-2016-ravennaUna tre giorni dedicata all’emblema enologico del territorio: il Romagna Sangiovese. Giunta alla quattordicesima edizione “GiovinBacco. Sangiovese in Festa” per il secondo anno consecutivo entra nel centro storico della capitale bizantina.

Ravenna, dal 21 al 23 ottobre, si trasformerà così in una vetrina in cui mondo dell’offerta e della domanda di gusto s’incontreranno in un pantagruelico banchetto itinerante. Piazze dedicate al vino e al cibo, agorà del gusto con il Mercato agricolo domenicale di Ravenna, si altereranno senza soluzione di continuità nell’urbanità millenaria del capoluogo ravennate.

GiovinBacco” ha assunto gli onori e per certi versi gli oneri di essere la vetrina enologica più rappresentativa della Romagna nel bicchiere e nel piatto. La riprova è (e sarà) la prova stessa.

Il vero protagonista: il vino

giovinbacco2016-sangiovese-in-festaL’indiscusso protagonista sarà il vino. Oltre all’alfiere storico, il rosso Sangiovese, saranno a GiovinBacco anche gli altri vitigni (Albana, Trebbiano, Centesimino, Pagadebit, Burson) rappresentativi della cultura in vite che queste terre, da secoli, portano avanti con caparbietà e dedizione. Se nella centrale Piazza del Popolo il palcoscenico sarà dedicato principalmente al Sangiovese, in Piazza Garibaldi troveranno posto gli altri vini di Romagna e una selezione di grandi vini italiani premiati con la chiocciola dalla Guida slow wine.

In tema di riconoscimenti, da segnalare l’appuntamento del venerdì (21 ottobre) quando verranno decantati e nominati i vincitori 2016 del Premio Romagna Albana e del Premio Romagna Sangiovese di GiovinBacco. Per chi vuole entrare in palato diretto con il Sangiovese, imperdibile è l’appuntamento tenuto da due firme importanti della sommellerie italiana, Fabio Giavedoni e Luca Gardini , che guideranno il Sangiovese Master Class.

E nel piatto?

Ci sarà solo l’imbarazzo della scelta. Ben cinque saranno le piazze del centro dedicate alla gastronomia. In Piazza Garibaldi, oltre al vino, una parte sarà dedicata all’Alleanza Slow Food dei Cuochi con la presenza dell’Osteria del Gran Fritto, la Campanara e I Passatelli del Mariani. In Piazza dell’Unità d’Italia domineranno gli stand di Slow Food e dell’associazione Il Lavoro dei Contadini con prodotti, incontri, laboratori e degustazioni mentre in quella XX settembre ci si potrà trovare a contatto con il trionfo della Piadina con i suoi tradizionali chioschi.

Diverse interpretazioni saranno proposte per l’antesignano dello street food moderno di Romagna che spazieranno dai formati tipici del territorio ravennate a quelli riminese e di Cesenatico. Piazza Einaudi sarà invece trasformata nel tempio laico del gusto on the road con stand per  il cibo di strada di qualità. Piazza San Francesco sarà luogo per la dolcezza e non solo presentata dalla Pasticceria Palumbo con le sue panelle, arancini di Sicilia e altre specialità.

Come ci si muove in GiovinBacco 2016

A GiovinBacco in Piazza 2016 l’ingresso è libero. Per gli assaggi di vino sono a disposizione carnet di tagliandi, che si acquistano in Piazza del Popolo e in Piazza Garibaldi. I carnet sono da 4, 6 e 10 degustazioni. Il costo dei carnet  va da 8 a 15 euro con il calice, e da 6 a 13 euro senza calice. I biglietti per l’assaggio del cibo di strada si acquistano nei singoli stand o i chioschi e gli acquisti alle bancarelle del mercato agricolo e artigianale si fanno direttamente al banco vendita.  Novità di quest’anno, la possibilità di pagare con l’app di Satispay usufruendo di agevolazioni e sconti sulle consumazioni con il semplice utilizzo di un cellulare.

Un GiovinBacco diffuso

Inoltre la tre giorni enologico-gastronomica si diffonderà e permeerà 45 ristoranti aderenti che, fino a domenica 23, presentano ai loro clienti piatti a base di Sangiovese o abbinamenti in tema.

Appendice della tre giorni ravennate sarà quella di lunedì 24 ottobre quando, al ristorante I Passatelli del Mariani a Ravenna si svolgerà la serata finale della Disfida del Cappelletto fra i ristoranti che hanno vinto le ultimi sette edizioni della gara gastronomica promossa da Slow Food Ravenna.


GIOVINBACCO 2016. SANGIOVESE IN FESTA – XIV EDIZIONE
Dove: Ravenna, centro storico
Quando: dal 21 al 23 ottobre (appendice il 24 ottobre)
Informazioni: Tel. 339.4703606 / 0544.509611
Sito web: www.giovinbacco.itfacebook.com/giovinbacco


[mappress mapid=”201″]
© Riproduzione vietata

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati alla nostra newsletter

Riccardo Isola

Riccardo Isola

Un viaggio tra inchiostro e liquidi nel cristallo iniziato, ahimé e purtroppo, diversi anni fa. Ambasciatore dei vini dell’Emilia Romagna, giornalista enogastronomico in orbita perenne attorno ai pianeti Vino e Cibo. Usurpatore, per professione e per passione, della lingua italiana. Improprio interprete, ma con dedizione e impegno, del raccontare ciò che da sempre fa grande il nostro essere italici: il Gusto.

GdG Channel

Categorie

Pubblicità


Pubblicità