Piazza San Prospero 2016, il Lambrusco Reggiano scuro dalla profonda autenticità

Si sente la territorialità, l’amore per le proprie origini e l’orgoglio familistico. Questo Lambrusco è una “Fiumana” di sensazioni autentiche.

Lambrusco DOC Piazza San Prospero 2016 Ca' de' Medici: recensione

Lambrusco DOC Piazza San Prospero 2016 Ca’ de’ Medici (Foto © Riccardo Isola).

Questo Reggiano Lambrusco DOC “Piazza San Prospero” 2016 della cantina Ca’ De’ Medici di Cadè (RE) rappresenta appieno il concetto di tradizione per la tipologia reggiana di questo vino. Il prodotto, che dal 1998 prende il nome dal patrono di Reggio Emilia, nasce dall’unione di tre tipologie “minori” di Lambrusco: Salamino, Montericco e Ancellotta.

Il Salamino prende il nome dall’omonima frazione del Comune di Carpi (MO) e queste uve si trasformano in vini freschi, dai forti contorni vinosi e molto fragranti. Il Montericco deve la propria origine nominalistica all’omonima località del comune reggiano di Albinea. Da queste uve il vino prodotto è fresco e molto brioso. Infine l’Ancellotta, la regina delle uve da taglio, che permette di ottenere profonde sfumature cromatiche di rosso rubino intenso e calibrate morbidezze.

La cantina Ca’ De’ Medici nasce nel 1911 per volere di Remigio Medici. Il figlio Regolo ne rileva il testimone e, grazie anche alle intuizioni tecniche messe a disposizione dalla contemporaneità, introduce la seconda fermentazione del Lambrusco in autoclave. Un’intuizione che permise all’azienda vitivinicola reggiana, già negli anni ’70, di esportare i propri vini in Europa e America del Nord. Oggi le linee di prodotti che escono da Ca’ de’ Medici sono in tutto cinque.


Lambrusco DOC Piazza San Prospero 2016 Ca' de' Medici: recensioneDegustazione Reggiano Lambrusco DOC Piazza San Prospero 2016 Ca’ de’ Medici

Alla vista è di un rubino intenso, impenetrabile, scuro, appunto. Lunga la spuma, di un simpatico color violaceo, che rimane intatta per diversi secondi.

Al naso è frutto rosso allo stato puro. Il lampone predomina su una mora già matura e sul mirtillo. Sentori di susina si accompagnano a una fresca, ed inedita, nota in sottofondo agrumata.

 

Al palato è piacevolmente morbido ma con una nota finale lunga molto fresca. Anche in bocca i sentori che compongono il “Piazza San Prospero” sono caratteristici dei vitigni e richiamano la frutta rossa. Buona la struttura complessiva che avvolge il palato in un tripudio intenso di sottobosco estivo. Educata ma presente la caratteristica frizzante che pulisce il palato sorso dopo sorso.

Si abbina perfettamente agli antipasti della pianura emiliana, soprattutto con salumi. Tra i primi da abbianare ad una saporita lasagna alla bolognese o comunque a primi con ragù di carne, carni bollite e, per osare, con una pizza magari con topping leggermente piccante e grasso.

DiVini connubi d’arte

Questo potente ma elegante Lambrusco del reggiano, ci ricorda la dura ma fiera vita rappresentata dall’opera “La fiumana” di Giuseppe Pellizza da Volpedo.

La fiumana di Giuseppe Pellizza da Volpedo

“La fiumana” di Giuseppe Pellizza da Volpedo (1901).

La scheda del vino

Nome vino: Lambrusco reggiano scuro “Piazza San Prospero”
Denominazione di Origine Controllata
Nome cantina: Ca’ de’ Medici
Luogo: Villa Cadè (RE)
Vitigno: Lambrusco Salamino, Montericco, Ancellotta
Colore: Rosso rudino intenso
Spuma: Lunga e di color violaceo
Vinificazione: Charmat lungo
Anno: 2016
Titolo alcolometrico: 11% Vol.
Temperatura di servizio: 8°/10° C
Calice: medio
Punteggio: 83/100

Ca’ de’ Medici – Azienda agricola Tezza Fabio
Via della Stazione, 34
42124 Cadè (Reggio Emilia)
www.cademedici.it

Print Friendly, PDF & Email

   Il nostro parere


- Antipasti della pianura emiliana - Salumi
- Lasagna alla bolognese o primi con ragù di carne
- Carni bollite
_ Pizza magari con topping leggermente piccante e grasso

 

  

83


Legenda:

= Abbinamento cibo / vino

Il nostro consiglio:

= Lasciamo perdere - = Vale la spesa - = Il regalo ideale - = Il vino dei desideri

Rapporto qualità/prezzo:

= Buono - = Molto buono - = Ottimo

= Punteggio in centesimi

Autore /


Riccardo Isola

Un viaggio tra inchiostro e liquidi nel cristallo iniziato, ahimé e purtroppo, diversi anni fa. Giornalista enogastronomico in orbita perenne attorno ai pianeti Vino e Cibo. Usurpatore, per professione e per passione, della lingua italiana. Improprio interprete, ma con dedizione e impegno, del raccontare ciò che da sempre fa grande il nostro essere italici: il Gusto. Salute!

© Riproduzione vietata
Scritto il: giovedì, 14 giugno 2018

Ti potrebbero interessare: