Gazzetta del Vino Toscana

Monteverro: una degustazione in anteprima…

L’azienda con sede in Maremma ci ha fatto conoscere, in anteprima e con una degustazione online, l’annata 2018 (oltre alla 2016 e alla 2010), grazie a pratiche ed eleganti tube di vetro, che ne hanno permesso l’invio e la conservazione in condizioni eccellenti

Terra di Monteverro: degustazione annate 2010, 2016 e 2018
Le tube di Terra di Monteverro 2018 che l’azienda ci ha fatto degustare in anteprima (Foto © Raffaello De Crescenzo).

Siamo tornati finalmente a viaggiare, a stringerci la mano, a guardarci negli occhi non più attraverso uno schermo… Siamo tornati, ormai da un po’, ad assaggiare vini nuovamente in presenza.

Tuttavia, l’online è uno strumento potente, che non possiamo più tralasciare e che si rivelerà sempre più indispensabile, con l’avvento del Metaverso. Senza spingerci tanto in là, però, oggi vi vogliamo raccontare una piacevole degustazione via Zoom, in cui l’azienda vitivinicola toscana Monteverro ci ha coinvolto per celebrare l’uscita in commercio dell’undicesima annata del proprio “Terra di Monteverro”.

Monteverro celebra l’undicesima annata di “Terra di Monteverro”

L’azienda, di proprietà della famiglia Weber ha iniziato la sua storia nel 2003, con 15 ettari di vigneto, oggi saliti a 40, sia di uve a bacca nera che a bacca bianca. 

Terra di Monteverro: degustazione annate 2010, 2016 e 2018
Monteverro appartiene alla famiglia Weber ed è attiva dal 2003 (Foto © Ufficio stampa).

La degustazione, condotta online dall’enologo Matthieu Taunay, ha permesso ad una elite di esperti del settore di assaggiare e conoscere in anteprima l’annata 2018 (oltre alla 2016 e alla 2010), grazie a pratiche ed eleganti tube di vetro, che ne hanno permesso l’invio e la conservazione in condizioni eccellenti.

Il Terra di Monteverro è un vino rosso affascinante, frutto di selezioni parcellari provenienti dalla zona di Capalbio: un intrigante taglio bordolese di uve Cabernet Sauvignon, Merlot, Cabernet Franc e Petit Verdot.

Terra di Monteverro: degustazione annate 2010, 2016 e 2018

Le tre annate proposte hanno dato modo di tracciare una chiara linea evolutiva, legata all’esperienza stessa dell’azienda e dei suoi tecnici, che ha permesso di raggiungere un buon livello di consapevolezza, in pochi anni.

Terra di Monteverro festeggia i dieci anni (Foto © Ufficio stampa).

Annata 2010

L’annata 2010, ottima dal punto di vista climatico, ci regala un vino dal colore rosso rubino, consistente, con un naso vivo, fragrante, molto espressivo, dai chiari sentori di frutta nera e ciliegia. Un calice che porta con sé il ricordo della macchia mediterranea e della menta che, col passare dei minuti, lascia emergere anche lievi sentori di cioccolato e liquirizia.

Discrete risultano la struttura e l’eleganza, con una freschezza davvero incredibile e affermare alla cieca che questo vino abbia già 12 anni alle spalle, è tutt’altro che facile. In bocca si percepisce anche una lieve nota terrosa, che comunque non dà fastidio.

Tuttavia, ad un assaggio più attento, il vino può risultare un po’ “slegato” e senza grande persistenza: nitida fotografia di quelle che sono le difficoltà da affrontare per arrivare a creare un grande vino…

Annata 2016

Il 2016 è figlio di un’annata perfetta, con piogge nel mese di giugno che hanno consentito il raggiungimento di un ottimo equilibrio vegetativo. Quest’annata rappresenta il Terra di Monteverro della maturità, chiaro emblema dello stile desiderato dall’azienda.

Al naso esprime tutta l’esuberanza mediterranea con i suoi sentori mentolati e di alloro, che gradatamente cedono il passo anche a note intriganti, come un lieve pizzico di tartufo bianco. Un vino veramente caldo, equilibrato e pieno in bocca.

Annata 2018

Il vintage 2018 rappresenta il decimo anniversario del Terra di Monteverro e arriva solo ora in commercio. Questo vino è frutto di un’estate non facile, che ha costretto l’azienda a frazionare la vendemmia: precoce per Chardonnay e Merlot, con uno stop di 10 giorni e ripresa a fine agosto per Merlot e Cabernet Franc, prima di un’ulteriore pausa dovuta alla pioggia, che ha portato la conclusione della vendemmia alla seconda metà di settembre. Lotti diversi per aspetto e acidità, sono stati comunque resi armonici dall’assemblaggio che ha permesso di ottenere un vino di grande equilibrio.

A dieci anni dal primo Terra di Monteverro, ora l’azienda è giunta alla comprensione definitiva dei tempi di maturazione e dei legni da utilizzare; tutto ciò ha permesso di dar vita ad un vino con una meravigliosa morbidezza d’impatto, pur con una profondità forse leggermente inferiore al 2016.

Continueremo a seguire l’evoluzione di questa cantina anche nei prossimi anni, convinti che potrà fornire spunti interessanti e intriganti emozioni enoiche che gli amanti del buon vino non vorranno farsi sfuggire.

Monteverro
Strada Aurelia capalbio, 11 – Capalbio (GR)
Sito web

image_pdfimage_print
© Riproduzione vietata

Condividi su:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati alla nostra newsletter

Raffaello De Crescenzo

"Enogastrocurioso", laureato in Tecnologie Alimentari ed in Viticoltura ed Enologia. Assaggiatore Esperto di oli d'oliva, assaggiatore di vini, degustatore di acque minerali, Sommelier e Videomaker. Sul web, dal 2013, è CulturAgroalimentare.

GdG Channel

Categorie

Pubblicità


Pubblicità

I nostri partner