Emilia-Romagna Eventi

Il cibo dei tarocchi: a Bologna una serata in cui i tarocchi fanno venire l’acquolina in bocca

Il cibo dei tarocchi: il 30 gennaio a Bologna si svolge una serata dedicata al connubio tra la tradizione culinaria regionale e l’enigmatico mondo dei tarocchi.

Il-cibo-dei-tarocchi-BolognaTra pochi giorni Bologna ospiterà Arte Fiera, un evento che da 40 anni attribuisce alla città Felsinea l’importante compito di divulgare l’arte contemporanea. Numerosi sono gli incontri collegati a questa grande manifestazione e anche la gastronomia ne sarà coinvolta.

Tra gli appuntamenti più ghiotti e interessanti, troviamo “Il cibo dei tarocchi” un evento che unisce arte e gastronomia. Sabato 30 gennaio, in occasione di Art City White Night, la notte bianca di Arte Fiera, La Torinese 1888, il famoso bistrot ristorante, caffetteria e gelateria, sito in pieno centro storico a Piazza Re Enzo, realizza un percorso tra tradizione bolognese e arte, in collaborazione con Enologica, inaugurando un nuovo format artistico che coniuga la tradizione culinaria regionale con l’affascinante ed enigmatico mondo dei tarocchi.

Si deve risalire al Salone di Enologia dello scorso novembre per conoscere la genesi di questo interessante progetto che vede la cultura enogastronomica dell’Emilia Romagna raccontata attraverso i tarocchi, queste enigmatiche carte nate proprio a Bologna alla fine del ‘300. È stato in quest’occasione, infatti, che sono state presentate le carte: un mazzo di 22 tarocchi ridisegnati in chiave enogastronomica grazie alla preziosa collaborazione dello storico Andrea Vitali, dell’illustratrice Francesca Ballarini e del curatore Giorgio Melandri che hanno unito le loro conoscenze per dar vita a questo curioso connubio.

La Torinese 1888 ospita “Il cibo dei tarocchi”

La Torinese 1888, bistrot di grande fascino, situato nel cuore di Bologna in uno scenario unico e misterioso, tra Piazza Re Enzo e il Voltone del Podestà, con la sua magica atmosfera è il posto perfetto per questo percorso tra mito, rito e simbolo dove le proiezioni delle immagini dei tarocchi sono accompagnate da appetitose degustazioni proposte dagli chef de La Torinese 1888, con un occhio di riguardo ai piatti della tradizione proposti in versione “tapas”, rivisitati dallo chef mantenendo però i gusti e i sapori.

Tutti i partecipanti potranno inoltre vivere in prima persona il fascino dei tarocchi attraverso la carta “beneaugurante” che sarà consegnata all’ingresso, con relativa spiegazione del significato e di come interpretare il simbolo nella lettura del “destino”.

Ma queste sono carte speciali che, oltre a darci degli indizi sulla nostra sorte, fanno venire l’acquolina in bocca. Infatti, si scopre che il simbolo della Ruota della Fortuna è il Parmigiano Reggiano, per l’Imperatrice è l’Aceto Balsamico, per il Mondo è il Tortellino e così via.

Durante la serata di sabato 30 gennaio interverranno anche la scrittrice Terry Zanetti, ideatrice artistica della serata e Lisa Fierro, in rappresentanza di Associazione Le Tarot che, da più di trent’anni, raccoglie uno straordinario patrimonio di opere artistiche e storiche sui tarocchi e su altri argomenti.

Sempre all’interno del bistrot si potrà assistere alla mostra fotografica “La Strada di un fotografo” di Paolo Serra, con nuove opere esposte all’interno del locale bolognese, nelle quali è possibile leggere il racconto di Bologna che Serra, da molti anni, intraprende con le sue foto che rappresentano una necessità espressiva per mettere in luce «La mia ricerca sull’uomo, della sua identità all’interno del suo spazio quotidiano, tra le geometrie e le dinamiche del caso della città, mi hanno costruito l’identità di un fotografo di “Vita”».


IL CIBO DEI TAROCCHI
Dove: La Torinese 1888 a Bologna, Piazza Re Enzo, 1/C
Informazioni e prenotazioni: tel. 051.236743 – E-mail: alvoltone.bologna@gmail.com
Sito web: www.latorinese1888.com


[mappress mapid=”113″]
© Riproduzione vietata

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati alla nostra newsletter

Amelia Di Pietro

Amelia Di Pietro

La Speziatrice di notizie - Cresciuta in Abruzzo, Amelia vive a Bologna dove si è trasferita a 19 anni per studiare. Si laurea prima in “Sociologia” e poi in “Giornalismo e Culture Editoriali” iniziando a scrivere di cultura e teatro. La cucina è un'altra passione, soprattutto quella vegana; lievito madre, cereali integrali, legumi, frutta e verdura sono oggi i suoi più cari alleati tra i fornelli. Per La Gazzetta del Gusto è la Speziatrice di notizie.

GdG Channel

Categorie

Pubblicità


Pubblicità