Quando i musei trasformano il food in arte: il Salame di Felino

Quando i musei trasformano il food in arte: il Salame di Felino.

Nel suggestivo Castello di Felino (PR), dal 2014 è attivo il Museo del Salame di Felino in cui si racconta, anche tramite l’arte, la storia di un prodotto tipico emiliano di eccellenza.

Museo del Salame di Felino

Castello di Felino (Fonte immagine: Parma – Musei del Cibo).

Si avete letto bene, musei che raccontano storia e tradizioni dei prodotti della nostra splendida terra; la provincia di Parma ne ospita ben quattro, ognuno dedicato ad un prodotto tipico del Made in Italy: Parmigiano Reggiano, Prosciutto, Pomodoro e Salame di Felino; il tutto a testimonianza che la qualità è uno stile di vita.

I Musei del Cibo della provincia di Parma, segnano diverse tappe di questo territorio operoso e ricco di sfumature e ne raccontano le antiche tradizioni locali, il lavoro, l’arte, la storia, l’ambiente e la gastronomia, regalando soddisfazione ai visitatori sotto diversi punti di vista e non solo dal lato culinario.

Vedere un antico mestiere che si trasforma in arte: questa è la sensazione che si prova entrando nel Castello di Felino dove, dall’ottobre 2004, è ospitato il Museo del Salame che ripercorre la storia del Salame di Felino dall’epoca del bronzo a quella napoleonica. La fama di questa eccellenza parmense è andata crescendo nel tempo ed il museo è nato proprio per testimoniare l’importanza di questa tipicità su tutto il territorio.

Il Museo del Salame di Felino è diviso in 5 sezioni, vi si percorre la storia partendo dal territorio di cui il salame è simbolo ossia il paese di Felino che si estende tra collina e pianura molto vicino al Parco naturale dei Boschi di Carrega nel parmigiano, passando alle materie prime utilizzate, alla lavorazione e agli utensili impiegati fino a far conoscere il famoso maiale nero parmigiano.

Una storia tutta da scoprire anche attraverso i dipinti che raccontano dei riti, delle tecniche di lavorazione, degli uomini e delle donne al lavoro, di coloro che hanno contribuito a rendere il Salame di Felino un’eccellenza tutta italiana di cui andar fieri.

Appuntamento al Museo del Salame di Felino il 27 e 28 giugno 2015.

Salame di Felino IGP (Fonte immagine: Parma – Musei del Cibo).

Salame di Felino IGP (Fonte immagine: Parma – Musei del Cibo).

Molte le iniziative didattiche organizzate presso il Museo del Salame di Felino; sabato 27 e domenica 28 giugno è previsto un percorso didattico-degustativo in occasione del primo Festival del Salame Felino Igp; sarete accompagnati in una visita completa del castello che terminerà con una degustazione di salame di Felino e aperitivo creativo.

Tutte le informazioni su come prenotare e sul percorso sono disponibili sul sito del Museo a questo link: http://www.museidelcibo.it/.

Che aspettate ? Io ho già prenotato.

Print Friendly, PDF & Email
TAG:     ,

Autore /


Anna De Francesco

Anna vive a Milano dove è nata da mamma emiliana e papà abruzzese. Cresce studiando e coltivando diverse passioni come la cucina, i viaggi, la fotografia, la creazione di eventi e la scrittura. Oggi lavora come ragioniera e cura il blog “Anna’s sweet secrets”, divenuto un apprezzato successo editoriale che ha ottenuto diversi riconoscimenti sul web. Per La Gazzetta del Gusto è "Anna’s Sweet Secrets".

© Riproduzione vietata
Scritto il: venerdì, 26 giugno 2015

Ti potrebbero interessare: