Gazzetta del Vino Marche

Bolle d’Adriatico, bolle marchigiane

Alla scoperta di sei etichette che identificano una “tradizione” spumantistica di uno dei territori vitivinicoli più completi e diversificati che si affacciano, da anni, sul mercato

Bollicine marchigiane: 6 etichette da provare
Le 6 etichette di bollicine marchigiane da provare (Foto © Riccardo Isola).

Il nostro percorso in terra marchigiana con il digital tour organizzato dall’Istituto Marchigiano di Tutela Vini si chiude con alcune rappresentazioni della tradizione spumantistica di queste terre. Versioni create da uve autoctone e non, in cui il Metodo classico (1 milione di bottiglie) rimane molto sotto la produzione in Charmat che invece fa la voce del padrone indiscusso con 13 milioni di bottiglie.

Bollicine marchigiane: 6 etichette da provare

Sono vini fragranti, freschi molto divertenti al sorso e che in alcuni casi regalano vere e proprie emozioni grazie alla ricercatissima finezza e cremosità di beva. Sono testimonianze contemporanee che parlano a un mercato di nicchia, oltre che territoriale, per chi vuole spaziare attraverso savoir faire vitivinicoli autoctoni, localizzati ma al contempo molto esperienziali. Sono vini che si bevono in apertura di pranzi o cene, ma anche in momenti di convivialità, tanto il risultato sarà apprezzamento condiviso e a scena aperta. Un’altra bella sorpresa che esce dal cilindro enoico di questa regione a schiena d’asino che non manca mai di stupire. 

Belisario, Cuvée Nadir Verdicchio di Matelica Doc Spumante, 2018

Il Cuvée Nadir di Cantine Belisario (Verdicchio di Matelica) è uno spumante che sprigiona un’eleganza croccante e sbarazzina. Grande presenza di sentori di frutta a polpa gialla, fiori come glicine e sentori di mandorla sul finale. Una bolla simpatica e solleticante con una bella sapidità e una chiusura dolcemente amaricata ma mai troppo invadente. Sorso persistente relativamente lungo che invita a proseguire.

Scheda del Cuvée Nadir Verdicchio di Matelica Spumante

Denominazione: Doc
Nome cantina: Belisario
Vitigno: Verdicchio (100%)
Vinificazione: in riduzione previa decantazione statica a freddo e pressatura soffice sottovuoto, durata della fermentazione 10 giorni in acciaio, maturazione 2 mesi in serbatoi acciaio, chiarifiche a mosto, presa di spuma metodo Charmat lungo (7 mesi), invecchiamento 12 mesi e affinamento in bottiglia 4 mesi
Titolo alcolometrico: 12,5%
Temperatura di servizio: 8°C
Calice: Ballon flute
Punteggio: 90/100

Lucarelli, Giulio37 Marche Igt Bianco Vino Spumante di Qualità Metodo Classico Dosaggio Zero

Giulio37 Marche Igt Bianco di Lucarelli è un vino che si esprime su note di panificazione, frutto e florealità bianca nette. Dalla pesca a un tocco leggiadro di agrume, si sfiora la nota amaricante della mandorla. Un perlage fine e molto persistente entra solleticando il palato ed esaltando le note più marcate di fiori e biscotteria secca. Un vino secco e fresco che si concretizza in sorsi sbarazzini ma eleganti, molto lungo e molto suadente.

Bollicine marchigiane: 6 etichette da provare
Giulio37 Marche Igt Bianco di Roberto Lucarelli (Foto © Riccardo Isola).

Scheda del Giulio37 Marche Igt Bianco Vino Spumante di Qualità Metodo Classico Dosaggio Zero

Denominazione: Igt
Nome cantina: Roberto Lucarelli
Vitigno: Pinot noir (70%), Chardonnay (30%)
Vinificazione: pressatura dei grappoli interi, bassa resa uva-mosto decantazione del mosto, fermentazione a temperatura controllata di 14-16° C. Fermentazione del mosto una pare in acciaio e una parte in tonneaux, invecchiamento parte del vino in tonneaux e parte in acciaio fino alla preparazione della cuvée e al suo imbottigliamento. Affinamento in bottiglia: 30 mesi sui propri lieviti
Titolo alcolometrico: 12,5%
Temperatura di servizio: 8°C
Calice: Ballon flute
Punteggio: 89/100

Colognola – Tenuta Musone, Darini Verdicchio dei Castelli di Jesi Doc Spumante dosaggio zero 2014

Bollicine marchigiane: 6 etichette da provare
Darini Verdicchio dei Castelli di Jesi Doc Spumante.

Tra le bollicine marchigiane, il Darini di Tenuta Musone (Verdicchio dei Castelli di Jesi Doc Spumante dosaggio zero) è un vino di un bel giallo paglierino brillante, perlage fine e persistente. Al naso aprono leggere note di fiori e frutti bianchi che rimbalzano su uno stato lineare e continuo di rimandi a lievito e crosta di pane. Al palato è ricco e intenso, si allunga dall’ingresso e chiude tagliente su una leggera nota amaricante.

Scheda del Darini Verdicchio dei Castelli di Jesi Doc Spumante dosaggio zero

Denominazione: Doc
Nome cantina: Cantina Colognola – Tenuta Musone
Vitigno: Verdicchio (100%)
Vinificazione: prima fermentazione in acciaio, seconda fermentazione in bottiglia con i lieviti selezionati per 60 mesi secondo il procedimento del metodo classico. Ulteriore affinamento in bottiglia per 6 mesi, invecchiamento 60 mesi, affinamento in bottiglia 6 mesi
Titolo alcolometrico: 12,5%
Temperatura di servizio: 8°C
Calice: Ballon flute
Punteggio: 88/100

Fontezoppa Ribona Metodo Classico Dosaggio zero 30 mesi Colli Maceratesi Doc Ribona Spumante 2018

Il Ribona Metodo Classico Dosaggio zero 30 mesi di Cantine Fontezoppa si presenta di un pieno colore giallo paglierino con riflessi dorati. Al naso è un’esplosione di fiori e frutti gialli; non mancano richiami amaricanti e di panificazione fresca grazie alla permanenza di almeno 30 mesi sui lieviti. Un vino elegante e territoriale che si concretizza in sorsi con perlage cremoso, fine e persistente. Ottima la freschezza e la mineralità che emerge al sorso.

Scheda del Ribona Metodo Classico Dosaggio zero 30 mesi

Denominazione: Doc
Nome cantina: Cantine Fontezoppa
Vitigno: Maceratino (100%)
Vinificazione: acciaio e bottiglia 30 mesi
Titolo alcolometrico: 12%
Temperatura di servizio: 8°C
Calice: Ballon flute
Punteggio: 89/100

Mirizzi Millesimè Verdicchio dei Castelli di Jesi Doc Spumante 2017

Millesimè Verdicchio dei Castelli di Jesi DOC Spumante di Mirizzi è un vino importante, nobile e fiero. Sorsi croccanti, freschi e belli tesi si arricchiscono di un bagaglio di aromi tradizionalmente riconducibili al Verdicchio con particolare imprinting di lievitazione. Uno Spumante con un perlage fine e persistente, di colore giallo paglierino con riflessi dorati. Al naso spuntano le erbe aromatiche, fiori bianchi e frutti a polpa gialla. Al sorso entra pieno e croccante, la sua cremosità si allunga sul frutto, con echi di erbe di campo come la mentuccia e da leggere spennellate di agrume. Buona la sapidità e la lunghezza.

Scheda del Millesimè Verdicchio dei Castelli di Jesi DOC Spumante

Denominazione: Doc
Nome cantina: Mirizzi
Vitigno: Verdicchio (100%)
Vinificazione: vinificazione tradizionale in bianco a temperatura controllata. Terminata la fermentazione alcolica, dopo 10 mesi di affinamento sulle proprie fecce nobili con batonnage si procede alla presa di spuma in bottiglia e dopo ulteriori 24 mesi alla sboccatura. Invecchiamento di 34 mesi segue affinamento in bottiglia: 24 mesi
Titolo alcolometrico: 13,5%
Temperatura di servizio: 8°C
Calice: Ballon flute
Punteggio: 93/100

Garofoli Verdicchio dei Castelli di Jesi Doc Spumante Brut 2013

Siamo nel punto di riferimento per la spumantizzazione made in Marche. Garofoli è una firma che dell’eleganza, della sottiglienza e della suadente bevibilità delle sue bollicine marchigiane ha fatto un must riconosciuto a livello internazionale. Il suo Verdicchio dei Castelli di Jesi Doc Spumante Brut appare di un paglierino con luminosi riflessi di oro verde con spuma fine e cremosa. Al naso è il tripudio dell’esotico rinfrescato da pennellate iodate. Non mancano tinte floreali bianche e qualche richiamo alla frutta secca come pistacchio e mandorle. Al sorso è eleganza allo stato liquido. La sua cremosità iniziale lascia spazio a un binario organolettico in cui la panificazione corre parallela a richiami continui ai frutti esotici, alla frutta secca e qualche nota di biancospino in avanzata fioritura. Dall’altra il gioco dell’equilibrio tra la sapidità e la  panificazione raffreddata. Un vino elegante, signorile ma al contempo molto divertente; finezza e regalità allo stato puro. Stiamo parlando di un prodotto che racchiude la perfezione e l’autenticità stilistica di una firma che è storia per la vitivinicoltura marchigiana e italiana.

Scheda del Verdicchio dei Castelli di Jesi Doc Spumante Brut

Denominazione: Doc
Nome cantina: Casa Vinicola Gioacchino Garofoli Spa
Vitigno: : Verdicchio
Vinificazione: fermentazione in acciaio, con 72 mesi di permanenza sui lieviti. Affinamento in bottiglia: 6 mesi
Titolo alcolometrico: 12%
Temperatura di servizio: 8°C
Calice: Ballon flute
Punteggio: 98/100

© Riproduzione vietata

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati alla nostra newsletter

Riccardo Isola

Un viaggio tra inchiostro e liquidi nel cristallo iniziato, ahimé e purtroppo, diversi anni fa. Ambasciatore dei vini dell’Emilia Romagna, giornalista enogastronomico in orbita perenne attorno ai pianeti Vino e Cibo. Usurpatore, per professione e per passione, della lingua italiana. Improprio interprete, ma con dedizione e impegno, del raccontare ciò che da sempre fa grande il nostro essere italici: il Gusto.

GdG Channel

Categorie

Pubblicità


Pubblicità

va