Libri, Guide, Riviste

Il profumo dei campi, racconti e ricette dei Monti Sibillini

La blogger milanese Elisabetta Lecchini ha dedicato circa due anni alla stesura di un libro ricco di passione, affetto e ottime ricette. Il ricavato viene devoluto alle popolazioni colpite dal terremoto del Centro Italia ma non acquistatelo solo per questo

Il profumo dei campi, racconti e ricette dei Monti Sibillini
Le foto del libro sono di Anna Daverio.

Il profumo dei campi” non è un semplice libro di ricette, non è solo il racconto di un territorio di grande bellezza naturalistica e di tradizioni secolari, di cui la cucina è una sintesi perfetta e dall’inesauribile ricchezza e varietà.

Quello della milanese Elisabetta Lecchini, food blogger di “Lilli nel paese delle stoviglie”, è un progetto nato dal cuore, da una solidarietà che non si esprime solo a parole oppure con un bonifico che, nonostante la sua importanza, in fondo è una goccia in un mare di sofferenza.

Il profumo dei campi di Elisabetta Lecchini

Il profumo dei campi, racconti e ricette dei Monti SibilliniIl profumo dei campi” è figlio di un’esigenza che l’autrice ha sentito molto forte a seguito dei terremoti che hanno colpito, a partire dall’agosto 2016, le popolazioni del centro Italia, con epicentri situati tra l’alta Valle del Tronto, i Monti Sibillini, i Monti della Laga e i Monti dell’Alto Aterno.

Oggi sembrano eventi lontani nel resto d’Italia ma i problemi che il terremoto ha causato sono presenti e la situazione non è tornata alla completa normalità. Ci sono ancora troppe persone senza una casa e se alcuni vivono nei prefabbricati, altri sono costretti a sistemazioni meno dignitose. Ad aggravare il disagio è arrivato anche il Coronavirus, responsabile di un isolamento ancora più insopportabile visto che quelle casette non offrono lo spazio e il confort delle comuni abitazioni.

Quel 24 agosto 2016, Elisabetta apprende la notizia del terremoto da un rifugio in Valcamonica in cui si trova in vacanza. Da quel momento, non ha smesso di pensare a cosa può fare per aiutare chi ne ha bisogno, soprattutto bambini e anziani. Inizialmente si offre come volontaria per i soccorsi e altre attività ma scopre che, per alcune operazioni, è necessario aver seguito degli appositi e lunghi corsi di formazione. Sente, tuttavia, che un bonifico non la renderebbe più serena e quindi, rientrata a Milano, si inventa delle cene a casa tra amici per raccogliere denaro da devolvere ai terremotati. Tra novembre 2016 e gennaio 2017, ospita circa 90 persone e le loro offerte formano una piccola-grande somma che la blogger consegna personalmente in Valnerina nell’aprile 2017.

L’idea del ricettario sul Monti Sibillini

Proprio nel paesaggio dei Monti Sibillini, il massiccio montuoso che si estende fra Umbria e Marche lungo l’Appennino centrale e che comprende le province di Perugia, Ascoli Piceno, Fermo e Macerata, nasce l’ispirazione per il libro “Il profumo dei campi”, un modo per raccontare un territorio e la sua gente operosa ma anche per valorizzare una tradizione enogastronomica di tutto rispetto.

Sono moltissime le ricette e i prodotti tipici di queste regioni, alcuni meno conosciuti rispetto ad altri più celebrati, dalle lenticchie di Castelluccio al Ciauscolo marchigiano, dal tartufo alla Marotta di Amatrice (una Mortadella risalente al 1700), dal guanciale amatriciano alle famose ricette come l’Amatriciana o il Vincisgrassi, dal vino cotto ai tanti dolci e le citazioni potrebbero riempire intere pagine.

Quella di Umbria e Marche è una cultura agroalimentare millenaria, meno spavalda e capace di promuoversi rispetto ad altre realtà ma sicuramente altrettanto competitiva. In queste zone, il folklore sopravvive alla modernità e la cucina basata su ingredienti semplici, rivela una creatività che si trasforma in genialità culinaria.

Nonostante la mancanza di un editore che appoggiasse il suo progetto, Elisabetta decide di autoprodursi e si dedica ad un lavoro di studio e di stesura che dura due anni, coinvolgendo norcini, enologi, casari, agricoltori, vignaioli, tartufai e commercianti per farsi raccontare la loro storia e i loro prodotti ma anche aneddoti, leggende locali ed esigenze del momento. Ogni contributo è un tassello fondamentali per la costruzione di una trama narrativa ancora più avvincente delle storie di fantasia.

«La riuscita di questo libro – afferma Elisabetta – è merito di tutte le persone che ho incontrato, della loro disponibilità e della passione immensa per la loro terra».

33 ricette dei Monti Sibillini: semplici, belle e buone

Il profumo dei campi, racconti e ricette dei Monti Sibillini
Alcune ricette del libro di Elisabetta Lecchini.

Il profumo dei campi” è soprattutto un ricettario e quindi, alle caratteristiche e peculiarità dei vari prodotti tipici, vengono affiancate 33 ricette, di cui 20 della stessa autrice del libro e 13 di altre blogger che hanno aderito al progetto proponendo ogni tipo di portata, dagli antipasti ai dolci. Il tutto è accompagnato dalle belle immagini della fotografa Anna Daverio che è riuscita a catturare l’essenza dei prodotti e delle varie preparazioni, rivelandone la semplicità, la genuinità e l’appetibilità.  

Il ricavato di questo libro andrà a favore di progetti o persone nelle zone interessate dal sisma. Il costo è di 17 € (più spese di spedizione) e si può acquistare contattando Elisabetta Lecchini che si impegna a fornire tutte le informazioni relative alla destinazione dei fondi raccolti anche esibendo la copia della ricevuta emessa dai beneficiari.

A nostro parere il volume non va acquistato solo per scopi benefici ma perchè è davvero una bella risorsa per chi ama la cucina e vuole scoprire tutto sulle tradizioni di questi territori, unitamente alle sue ricette. 

Per informazioni: elisabetta.lecchini@libero.it – www.facebook.com/lillinelpaesedellestoviglie

© Riproduzione vietata

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati alla nostra newsletter

Enzo Radunanza

Enzo Radunanza

Giornalista e addetto stampa, mi occupo di enogastronomia dal 2010. Nel 2019 sono stato nominato "Ambasciatore dei vini dell’Emilia Romagna" per la mia costante attività divulgativa. Inoltre, sono copywriter e digital media marketer per varie realtà. Per tutti sono anche "Il Cronista d'assaggio".

GdG Channel

Categorie

Pubblicità


Pubblicità