Piemonte Eventi

Torna Gente di lago e di fiume. Svelato il programma della seconda edizione

Il 6 e 7 ottobre, ricette stellate, conferenze, letture e concerti itineranti, performance artistiche e una grande caccia al tesoro coinvolgeranno il pubblico nella cornice dell’Isola dei Pescatori sul Lago Maggiore

 Nuova edizione di Gente di lago e di fiume
Isola dei Pescatori del Lago Maggiore.

Gente di lago e di fiume 2019” torna il 6 e 7 ottobre sull’Isola dei Pescatori del Lago Maggiore per portare all’attenzione nazionale l’inestimabile patrimonio rappresentato dai fiumi e dai laghi italiani.

La manifestazione promossa dallo Chef ** Michelin Marco Sacco, giunta quest’anno alla seconda edizione, presenta un articolato programma che spazierà da momenti di enogastronomia e divulgazione  scientifica a performance artistiche e musicali, laboratori di pittura e artigianato. Il tutto per far conoscere al grande pubblico i saperi e le tradizioni trasmesse da coloro che vivono a contatto con laghi e fiumi.  

 Gente di lago e di fiume 2019: date, programma e ospiti

Il pubblico potrà scoprire la gastronomia di lago, facendo tappa nelle 11 postazioni dei ristoranti dell’Isola, che proporranno ricette a base di pesce di lago firmate in collaborazione dagli chef resident con una vera e propria task force di cuochi “ospiti” di fama internazionale.

«Il Lago è un mondo a sé stante e particolare, con una ricchezza incredibile che però va spiegata e comunicata correttamente se la si vuole preservare – ha spiegato Sacco –. Questo progetto nasce non solo per avvicinare i visitatori al microcosmo lacustre ma anche per costruire una rete all’interno della filiera del lago: pescatori, ristoratori, operatori del settore turistico, enti e istituzioni».

Dimostrazioni, conferenze e dibattiti sulla vita dei pescatori

Lo chef ** Michelin Marco Sacco.

Proprio per questo sono state programmate dimostrazioni di alcune delle attività tradizionali della vita dei pescatori, come la “calata” e la “tinteggiatura” delle reti, la “pesca con la bedina”, a cui si aggiunge la “sfilettatura  del pesce” in un contest tra i pescatori del Lago Maggiore e quelli del Lago di Bolsena.

Il potenziale dell’ecosistema lacustre o le criticità più urgenti a esso connesse saranno invece approfonditi nel corso di conferenze, tenute da esperti del settore, mentre  gli  “Acquari  aperti” permetteranno di conoscere da vicino i principali pesci di lago.

Tra i dibattiti in programma anche quello che vedrà coinvolti sette grandi chef in un incontro dal titolo “Dal lago al mare, le nostre acque si difendono anche con la cucina”. Interverranno Enrico  Cerea  tre stelle Michelin,  Cristina  Bowerman (*Michelin), Gianfranco  Pascucci  (*Michelin), Luigi Taglienti *Michelin, Marco Campanella *Michelin, Cesare Battisti e Paolo Barrale, mentre il padrone di casa Marco Sacco racconterà i due anni di attività di Gente di Lago e di Fiume.

La manifestazione si chiuderà di lunedì sera con  l’attesa  cena  di  gala  firmata da  sette  chef  in arrivo  da  4  ristoranti stellati, affiancati da un mastro cioccolatiere e sotto la supervisione di Marco Sacco, che sarà servita nelle sale  del  Grand  Hotel  Des  Iles  Borromèes  a  Stresa.  Il  costo  di  partecipazione,  200  euro  a  testa,  sarà  un contributo al sostegno dei progetti futuri di Gente di lago e di fiume.

L’evento, promosso dall’Associazione “Gente di lago e di fiume”, nata su impulso dello Chef **Michelin Marco Sacco, ha  ottenuto  il  patrocinio  del  Ministero  per le  politiche  agricole,  alimentari  e  del  turismo  MIPAAFT, della Commissione Italo – Svizzera per la pesca, di Regione Piemonte, della Provincia del Verbano Cusio Ossola, della Città di Verbania e della Città di Stresa.

L’evento è promosso dall’Associazione “Gente di lago e di fiume”.

Per ulteriori informazioni: www.lagentedilago.com.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati alla nostra newsletter
Silvia Fissore

Silvia Fissore

Milanese sotto la Mole, giornalista e pr. Nel 2007 sono entrata nel food come addetta stampa, col lancio di FoodLab, scuola di cucina torinese tra le prime a estendere l'impostazione professionale ai corsi amatoriali. Seguo l’ufficio stampa del Festival del Giornalismo Alimentare. Di Milano conservo la mente aperta e lo snobismo, a Torino devo la capacità riflettere e ripartire da zero.

© Riproduzione vietata
Scritto il: venerdì, 13 Settembre 2019

GdG Channel

Categorie

Pubblicità

Pubblicità

Pubblicità