Libri, Guide, Riviste

“Esercizi spirituali per bevitori di vino”, un libro per scoprire emozioni e socialità in un calice

Esercizi spirituali per bevitori di vino, di Angelo Peretti

Non è una guida nè un manuale alla degustazione il nuovo lavoro letterario del giornalista Angelo Peretti. In novanta capitoli, a cavallo tra il racconto e il saggio, si riscoprono i contenuti sentimentali, emozionali e intellettuali del vino e del vivere

Aiutare il lettore a godere del piacere della condivisione di un calice di vino con le persone care. È questo l’obiettivo che il giornalista veronese Angelo Peretti si propone con “Esercizi spirituali per bevitori di vino“, il libro di Edizioni Ampelos disponibile sul mercato dal 1 luglio.

Siamo in un momento delicato in cui, insieme all’alcol in senso generale, il vino è sotto accusa da parte dell’OMS che avverte sui rischi per la salute dell’assunzione di qualsiasi bevanda contenente alcol, al punto da divulgare un manuale con indicazioni precise ai giornalisti che scrivono di queste materie (ne abbiamo scritto QUI).

In questo contesto, il libro di Peretti rappresenta una prospettiva inedita in cui il vino è parte della socialità e può contribuire a interpretare i pensieri e le azioni degli esseri umani nonchè le necessità dei loro corpi, delle anime e delle menti. Non si tratta, quindi, di una guida nè di uno dei tanti manuali tecnici su etichette e degustazioni. 

Nei novanta capitoli di “Esercizi spirituali per bevitori di vino“, l’autore aiuta a riscoprire i contenuti emozionali e intellettuali – ossia “spirituali” – del bere e del vivere, avvalendosi di un’esperienza più che trentennale nel settore, sviluppata attraverso la redazione di centinaia di articoli e la stesura di piani strategici per varie denominazioni di origine.

Esercizi spirituali per bevitori di vino: la struttura del libro

Ogni capitolo prende spunto da romanzi, aneddoti, poesie e canzoni che hanno a che fare con tematiche diverse dal vino ma che, in qualche modo, danno lo spunto per discuterne. Un’intervista di Playboy a Steve Jobs, ad esempio, è l’occasione per parlare dei timori delle persone comuni di fronte ai mostri sacri del vino e della vita pubblica. Una lettera scritta dallo stilista Giorgio Armani durante la prima ondata di Covid-19 fa riflettere sull’eleganza e sulla cafonaggine di certi vini e di certi individui. Il ricordo dei primi astronauti sulla luna fa comprendere come il senso di appartenenza a una comunità costituisca il fondamento sia della convivenza civile che della tipicità dei vini di un dato territorio. Le confessioni degli amanti delusi nelle rubriche online dei cuori solitari danno modo di ragionare sulla cecità dell’amore e sui difetti dei vini.

Non manca l’aspetto provocatorio e schietto di Angelo Peretti che, in molte pagine, procede a smontare – uno dopo l’altro – i falsi riti di quei sedicenti intenditori che pretendono di ergersi a sacerdoti dell’enologia.

Per chi poi volesse approfondire i propri “esercizi spirituali” anche a tavola, il volume suggerisce due vini in ogni capitolo, uno italiano e uno straniero, coerenti con il contenuto di volta in volta trattato: la scelta si ripartisce fra etichette note e bottiglie meno conosciute, per un totale di centottanta vini.

Esercizi spirituali per bevitori di vino
Autore: Angelo Peretti
Editore: ‎ ‎ ‎ Edizioni Ampelos
Pagine: 288
Data di uscita: 1 luglio 2023

 

image_pdfimage_print
© Riproduzione vietata

Condividi su:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati alla nostra newsletter

Redazione

La redazione de La Gazzetta del Gusto è composta da professionisti della comunicazione, blogger, esperti di nutrizione e di cucina. Ognuno apporta un contribuito unico grazie a personalità ed esperienze eterogenee.

Ricevi informazioni utili

Segui la nostra TV

Le firme

Alessandra Piubello

Lorenzo Frassoldati

Giovanni Caldara

Esplora il magazine

Pubblicità


Pubblicità

I nostri partner