La Pizzeria Pepe in Grani giudicata la migliore d’Italia

A Napoli sono stati consegnati i premi agli artigiani della pizza, nell’ambito della selezione “50 Top Pizza“. Il locale di Franco Pepe sale sul podio per il secondo anno.

50 Top Pizza 2018: la migliore pizzeria è Pepe in Grani Caiazzo

Franco Pepe e lo staff del Pepe in Grani, migliore 50 Top Pizza 2018 (Foto © Pepe in Grani).

Il 24 luglio a Napoli, presso il Teatro Mercadante, sono state presentate le 50 migliori pizzerie d’Italia, nell’ambito della selezione annuale di 50 Top Pizza, la prima guida online italiana che presenta e promuove i locali capaci di esaltare la grande arte della pizza. Ad annunciare il vincitore sono stati proprio gli ideatori della rassegna, il giornalista Luciano Pignataro, Barbara Guerra e Albert Sapere.

Quest’anno 50 Top Pizza è stato rinnovato nel look e nei contenuti: le pizzerie censite sono aumentate, passando da 500 a oltre 1.000, e sono stati assegnati i “forni”, da 1 a 5, indicatori che consentono una percezione immediata del valore dei locali in classifica.

50 Top Pizza 2018: la migliore pizzeria è Pepe in Grani Caiazzo

Come già nel 2017, al primo posto si è classificata la Pizzeria Pepe in Grani, il piccolo gioiello del Maestro pizzaiolo Franco Pepe, con sede a Caiazzo (CE). Alla stessa sono stati riconosciuti la grande qualità della pizza e delle nuove ricette proposte ma anche del servizio, dell’accoglienza, della carta dei vini e delle birre fino a premiare l’arredamento e i dettagli degli ambienti.

Il successo di Pepe in Grani è anche il frutto dell’entusiasmo e professionalità dei 42 ragazzi checompongono il team. Studio, attenzione, cura dei particolari, cordialità, amabilità e accoglienza di respiro internazionale fanno sì che ognuno di loro possa raccontare la pizza in tutte le sue molteplici sfaccettature: a partire dalle materie prime utilizzate, agli impasti, alle cotture, alle ricette, ai vini in abbinamento.

50 Top Pizza 2018: la migliore pizzeria è Pepe in Grani Caiazzo

Il momento della premiazione al Teatro Mercadante di Napoli (Foto © Sabina Cafiero).

«È un’emozione forte, bellissima – ha dichiarato Franco Pepe a margine della premiazione – e dedico questo riconoscimento a chi da sempre ha creduto in me, a chi ogni giorno mi accompagna e mi sostiene in quello che faccio, e soprattutto, ai giovani, che si apprestano ad affrontare un percorso fatto di tappe importanti ed essenziali: credete nelle vostre idee, nei vostri sogni, create, non imitate, bandite l’atteggiamento rinunciatario per ottenere qualcosa, informatevi e formatevi. Siate curiosi, distinguetevi e seguite la vostra vocazione. Credere fermamente e con passione in una vostra idea, non vi farà vincere, vi farà stravincere. Come è successo a me oggi»!.

Interrogato sulle motivazioni del suo successo, Pepe ha spiegato quanto sia fondamentale l’approfondimento della ricerca sulla nutrizione funzionale che lui esegue con l’affiancamento di esperti e studiosi, per far si che la pizza possa essere considerata un ottimo piatto unico da consumare 2/3 volte a settimana.

Medaglia d’argento alla Pizzeria I Masanielli di Francesco Martucci (Caserta) e medaglia di bronzo a “50 Kalò di Ciro Salvo” (Napoli). Gli altri riconoscimenti consegnati sono i seguenti:

  • Simone Padoan (“I Tigli”, San Bonifacio – VR) è il pizzaiolo dell’anno
  • A Giancarlo Casa (“La Gatta Mangiona”, Roma) il Premio alla Carriera
  • La margherita di Ciro Salvo (“50 Kalò”, Napoli) è la Pizza dell’Anno;
  • La miglior proposta dei fritti 2018 è di “Isabella de Cham Pizza Fritta” (Napoli);
  • Migliore Pizzeria Napoletana fuori dall’Italia è “Spaccanapoli” di Chicago.
Print Friendly, PDF & Email
TAG:     ,

Autore /


Sabina Cafiero

Niente di Chef - Esiste un luogo in cui ognuno di noi si sente se stesso, questo per me è la cucina. Odori, ricordi, il posto dove mi racconto attraverso i miei piatti. Portatami verdure, spezie, materie semplici ed io, con un po' di fantasia e tanto amore, le trasformo. Tutto questo lo trovate sul mio blog Nientedichef. Sono Sabina, napoletana, solare ed iperfrenetica.

© Riproduzione vietata
Scritto il: venerdì, 27 luglio 2018

Ti potrebbero interessare: