Eventi Trentino-Alto Adige

Merano Wine Festival: ecco le novità del 2022

Dal 4 all’8 novembre, nella bella città altoatesina, torna l’atteso evento sulle eccellenze enogastronomiche italiane ed internazionali. La 31-esima edizione si presenta con un fitto calendario di appuntamenti

Merano Wine Festival 2022: le novità di quest'anno
L’interno del Kurahus, uno degli spazi del Merano Wine Festival 2022 (Foto © Ufficio stampa).

Ancora pochi giorni e la città di Merano sarà pronta ad alzare il sipario sulla 31^ edizione del Merano Wine Festival, evento che dal 1992 abbraccia il mondo dell’eleganza e quello delle eccellenze enogastronomiche nazionali ed internazionali.

Merano Wine Festival 2022: le novità della 31-esima edizione

Il Merano Wine Festival 2022 attende appassionati e operatori del settore dal 4 all’8 novembre, proponendo un format sempre più travolgente, anche se rigorosamente tradizionale, ospitato nelle consuete location della bella cittadina altoatesina.

Tra le novità più importanti di quest’anno, il summit sulla sostenibilità “Respiro e grido della terra” in programma il 4 e il 5 novembre al Teatro Puccini per discutere con nomi illustri, tra opinion leader e stakeholder, sulle soluzioni attuabili nel mondo della viticoltura e della produzione di vino. Al termine del dibattito sarà redatto un Manifesto che verrà sottoscritto da tutti i partecipanti dei workshop in programma e consegnato al Ministro delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.

Tornano le classiche Selezioni del MWF

Durante il Festival, come di consueto, la selezione Wine Italia, The WineHunter Selection Area, Wine internazionale e Catwalk Champagne saranno ospitate all’interno del Kurahus, mentre la GourmetArena rimane il contesto prediletto per “Food – Spirits – Beer”, con l’area riservata a Territorium & Consortium Campania tra eccellenze e showcooking e, novità di quest’anno, un format simile dedicato alla regione Abruzzo.

The WineHunter Talks Naturae et Purae, il focus targato Merano Wine Festival 2022 sui vini biologici, biodinamici, naturali, orange, PIWI di agricoltura integrata, si svolgerà all’interno dell’Accademia degli Studi Italo Tedeschi, mentre l’Hotel Terme Merano ospiterà il programma delle masterclass e il B&F Club. A fare da prestigiosa cornice alla rassegna, il Red Wave: il tappeto rosso del fuorisalone che quest’anno percorre l’intero Corso Libertà e la Promenade, da Piazza Arena a Teatro Puccini.

(Foto © Ufficio stampa).
Il centro storico di Merano (Foto © Ufficio stampa).

Respiro e grido della terra: incontri e laboratori sulla sostenibilità

Ritorna, con un rinnovato desiderio di condivisione e un particolare sguardo al tema della sostenibilità, l’evento più glamour dell’anno dedicato al panorama wine & food, ma anche spirits e beer italiano e internazionale.

Il 4 e 5 novembre è infatti il summit “Respiro e grido della terra” ad aprire il Merano Wine Festival 2022 con sei incontri, laboratori e gruppi di analisi e approfondimento che affrontano il problema dell’acqua, in quanto risorsa primaria e fondamentale per la vita, l’innovazione, la sicurezza alimentare e la sostenibilità delle filiere enologiche, le certificazioni in viticoltura, nonché alcuni case history come il modello “Abruzzo sostenibile” con The WineHunter Helmuth Köcher, Emanuele Imprudente, Assessore Agricoltura Abruzzo ed altri esperti del settore, moderati dal giornalista Andrea Radic.

L’approfondimento sulla storia dei vini e della sostenibilità dalla Georgia alla Campania nei giorni nostri vedrà tra gli altri, la presenza del Prof. Attilio Scienza, e del giornalista Dante Stefano Del Vecchio, moderatore.

Nel workshop “Innovazione, sicurezza alImentare e sostenibilità delle filiere enologiche” si discuterà di sicurezza alimentare, innovazione e sostenibilità ambientale per il mondo del vino nonchè di Green Deal Europeo e Prospettive future a livello mondiale. saranno presenti il Ministro dell’Agricoltura Stefano Patuanelli, Luigi Moio (Presidente OIV), Riccardo Cotarella (Presidente Assoenologi), Lamberto Frescobaldi (Presidente Unione Italiana Vini), Giangiacomo Gallarti Scotti Bonaldi (Presidente Federdoc), Paolo De Castro (Commissione Agricoltura UE) e Massimiliano Giansanti (Presidente ConfAgricoltura), moderati sempre da Dante Del Vecchio.

In conclusione, il Gala Merano WineFestival 2022 di sabato 5 novembre dalle 19 alle 21 con la cerimonia conclusiva, la premiazione dei The WineHunter Platinum Award e un Small Plates Gala.

L’intero programma delle cinque giornate del Festival su www.meranowinefestival.com

image_pdfimage_print
© Riproduzione vietata

Condividi su:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati alla nostra newsletter

Antonio Lodedo

Giornalista con la passione per l’analisi sensoriale, Sommelier e Degustatore Ufficiale AIS, Maestro Assaggiatore ONAF e Assaggiatore di oli EVO. Mi occupo di enogastronomia quale sintesi di territorio, tradizioni, lavoro, prodotti tipici, storia, cultura, ma anche amicizia, studio, divertimento, viaggi e allegria.

GdG Channel

Categorie

Pubblicità


Pubblicità

I nostri partner