Gazzetta del Vino Veneto

Calinverno di Monte Zovo: il viaggio nel tempo del rosso di Diego Cottini

Massima espressione del terroir e surmaturazione in pianta: il carattere e l’unicità del vino simbolo della cantina di Caprino Veronese

Calinverno Rosso Veronese IGT 2017, vino simbolo della cantina di Caprino Veronese (Foto © Malinda Sassu).

Monte Zovo è un racconto del vino lungo quasi un secolo, una storia di territori e vignaioli con le idee ben chiare: la testimonianza di un’identità e la concretezza dei princìpi del proprio lavoro.

Un manifesto che contraddistingue la famiglia Cottini sin dal 1925, prima con il fondatore Carlo, poi con il figlio Raffaello e ora con il nipote Diego, affiancato dalla moglie Annalberta e i figli Michele e Mattia.

Viticoltori per passione e per tradizione, di quelli che hanno saputo guardare lontano nel tempo, persone per cui la cura della natura circostante è concetto assoluto e imprescindibile.

Basta guardare i vigneti di Caprino Veronese, ai piedi del Monte Baldo, immersi nella natura dei boschi, lontani dalla città e circondati dal fascino carico di storia e di bellezza del paesaggio montano: parte da qui la storia di Calinverno, dal nome che ricorda i ricami della brina ghiacciata sugli alberi.

Calinverno di Monte Zovo, l’orgoglio di Diego Cottini

Calinverno è il vino che più rappresenta il mondo dinamico e green di Monte Zovo, che non contrasta il tempo e si distingue per finezza ed eleganza. L’etichetta che è passione e orgoglio di Diego Cottini, figlio della massima espressione territoriale e della più vera tradizione locale.

Diego Cottini è alla guida di Monte Zovo, azienda fondata dal nonno Carlo nel 1925 (Foto © Monte Zovo).

La conduzione interamente biologica dei vigneti di Monte Zovo

Pioniera dell’ecosostenibilità, l’azienda Monte Zovo è tra le prime aziende vinicole al mondo certificate secondo quanto previsto dagli standard Biodiversity Friend.

Una filosofia applicata in cantina e soprattutto in vigna, nei 150 ettari dislocati nelle tre Tenute della famiglia Cottini: quella di Caprino Veronese, sede dell’azienda, con altitudini che arrivano anche a 850 metri, la Tenuta di Tregnago in Valpolicella orientale e Le Civaie con le sue argille bianche, nella zona di Lugana.

Calinverno nasce dal doppio appassimento in pianta e in fruttaio (Foto © Monte Zovo).

Calinverno di Monte Zovo, l’importanza del tempo in vigna e in cantina

La pazienza è la più eroica delle virtù“, scriveva Leopardi e Calinverno, il Rosso Veronese IGT di Monte Zovo, è l’ode assoluta alla natura, assecondandone cicli e ritmi.

Un vino che nasce nel 1997 dalla felice intuizione di Diego Cottini, sulla collina a nord della cantina, a circa 300 metri sul livello del mare: vigne che crescono sui terreni vocati dell’antichissimo Anfiteatro Morenico di Rivoli, a conduzione rigorosamente biologica e attentamente sostenibile.

Calinverno vede la luce solo nelle annate migliori e dopo una surmaturazione in pianta. Corvina, Corvinone e Rondinella insieme ad un tocco di Cabernet Sauvignon e Croatina affineranno poi 24 mesi in barrique e tonneaux, più dodici mesi in bottiglia, regalando un vino dall’intenso rosso rubino, una vera e propria riserva che fa del tempo il suo miglior alleato.

Calinverno Rosso Veronese IGT 2017, blend in vigneto di Corvina, Corvinone, Rondinella, Cabernet e Croatina (Foto © Malinda Sassu).

Calinverno, Rosso Veronese IGT 2017 – la degustazione

Al naso, intense note di fiori secchi e viola, ciliegia sotto spirito e prugna si combinano all’eleganza di more e ribes, cioccolato e cannella.

Un vino di struttura anche al palato, con i suoi tannini levigati e il lungo finale fruttato, sfumato da accenni di liquirizia in polvere.

Equilibrio, complessità e grande eleganza, Calinverno è un vino unico e originale, dall’anima che strizza l’occhio all’Amarone pur dimostrando un carattere tutto suo, di alto spessore, che ben si abbina a formaggi stagionati e secondi di carne importanti.

Un vino che è l’elogio della pazienza e del saper aspettare i momenti migliori, quelli che solo la natura e il tempo sanno regalare.

Cantina Monte Zovo
Località Zovo, Caprino Veronese (VR)
Sito webFacebook

>> Leggi anche: Monte Zovo: di rosa e dorate sfumature s’arricchisce la collezione

 

image_pdfimage_print
© Riproduzione vietata

Condividi su:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati alla nostra newsletter

Malinda Sassu

Giornalista, sommelier per passione e autore Wine, Food & Travel per diverse testate giornalistiche cartacee e online. Appassionata prima di tutto, del mondo e della vita, dei viaggi e della gente. Tra le mie cento passioni? Lo champagne, naturalmente…

GdG Channel

Categorie

Pubblicità


Pubblicità

I nostri partner