Abruzzo Gazzetta del Vino

Sorelle Di Candilo, le tre under 30 del vino abruzzese

Debuttano con la nuova linea di vini gastronomici presentata in barca a vela lungo la Costa dei Trabocchi

Sorelle Di Candilo, la ventata di freschezza di Tenuta Oderisio
La nuova linea Di Candilo di Tenuta Oderisio (Foto © Jenny Viant Gomez).

In senso metaforico e figurato Simona, Sara e Alessandra sono tre giovani sorelle – di 28, 25 e 20 anni rispettivamente – sulla cresta dell’onda. Rappresentano la nuova generazione della famiglia vinicola Di Candilo e hanno proposto l’iniziativa “Una ventata di freschezza” come momento esperienziale per la presentazione della loro nuova linea di vini, veleggiando lungo la Costa dei Trabocchi, con partenza da Marina Sveva nel confinante Molise.

Sorelle Di Candilo, la nuova linea
Da sx, Simona e Sara Di Candilo alla presentazione della linea. Alessandra era assente per malattia (Foto © Jenny Viant Gomez). 

Sorelle Di Candilo, la “ventata di freschezza” di Tenuta Oderisio

Le giovani produttrici – titolari, insieme a papà Mario, di Tenuta Oderisio, azienda vitivinicola ubicata a Monteodorisio (CH) – hanno voluto questo progetto tutto al femminile per comunicare un concetto di vino in chiave contemporanea: qualità, trasversalità di abbinamento e attenzione al packaging.

Presenti all’evento delle tre Sorelle Di Candilo un numero ridotto di addetti ai lavori, giornalisti di settore e tecnici, quest’ultima categoria rappresentata dalla sommelier V. Bravi delegata dalla Fondazione Italiana Sommelier Abruzzo (Fis) presieduta da Daniele Erasmi. Evento coordinato da MasWine.

La nuova linea Di Candilo

La linea Di Candilo cattura l’attenzione con etichette la cui sagoma riprende un volto femminile; vi è rappresentato un dipinto di donna. I vini, a base prevalentemente autoctona, sono una sorta di trasposizione del carattere di ciascuna sorella.

Simona” Rosso Terre di Chieti Igt 2019 è il vino della primogenita. Rosso purosangue, blend di Montepulciano e Syrah, deciso e dalla beva agile. Fa solo acciaio e, per le caratteristiche organolettiche, si presta al consumo estivo se servito intorno ai 16°C. Rispecchia la tempra di chi nasce e cresce all’ombra della vite, con le storie del nonno come colonna sonora.

Sara” Rosato Terre di Chieti Igt 2021 è un blend di Syrah e Montepulciano dal piglio ammaliante. Appassionato e sincero come la secondogenita. Bouquet fruttato con inserti floreali e un accenno di speziatura. Versatile nell’abbinamento gastronomico.

Alessandra” Passerina Terre di Chieti Igt 2021 sbarazzino e sferzante, un viatico verso la piacevolezza. Sentori netti e persistenti, sorso a tendenza minerale. Incarna il carattere della più piccola delle tre sorelle.

Sorelle Di Candilo, la ventata di freschezza di Tenuta Oderisio
La linea Di Candilo ha etichette la cui sagoma riprende un volto femminile (Foto © Jenny Viant Gomez). 

La storia di Tenuta Oderisio

Il corso storico di Tenuta Oderisio rispecchia il concetto di radici ben profonde e nuovi germogli. L’azienda nasce nel 2004, ma la storia dei propri vigneti si perde nella notte dei tempi, quando i predecessori del ramo paterno innestavano in campo le viti di Montepulciano. A raccogliere il testimone è stato Mario Di Candilo, agronomo laureato presso l’Università di Pisa, che insieme alle figlie Simona (enologa), Sara (dottoressa in Giurisprudenza) e Alessandra (studentessa in Economia, mercati e istituzioni) scrivono nuove pagine di una storia agricola familiare destinata a perdurare.

Oggi Tenuta Oderisio conta 40 ettari totali, di cui 20 vitati e tutti coltivati secondo tecniche agronomiche non invasive e rispettose dell’ecosistema. La forma di allevamento si divide tra filari a guyot monobraccio, in piccola parte, e in maggioranza pergola abruzzese, chiamata comunemente “capanna” o “tendone”; il sistema preferito da nonno Panfilo al quale è stato dedicato il Montepulciano di punta: “Don Panfilo”.

A fare da padrone sono i vitigni autoctoni: Montepulciano d’Abruzzo, Trebbiano, Passerina e Pecorino. Nel 2012 – andando un po’ controcorrente – le tre figlie (compresa la più piccola) impiantarono lo Syrah.

La famiglia Di Candilo, titolare di Tenuta Oderisio (Foto © Jenny Viant Gomez). 

Premi

Il tempo premiò la scelta, così nel 2015 al Pescara Abruzzo Wine lo Syrah Terre di Chieti Igt si aggiudicò il riconoscimento di “Miglior vino abruzzese emergente”. Ovviamente non è questo l’unico premio ottenuto, tra gli internazionali vanno segnalati: Decanter, Silver, Montepulciano d’Abruzzo 2018, Mundus Vini, Gold, Montepulciano d’Abruzzo 2019 e Mundus Vini, Gold, “Don Panfilo” Montepulciano d’Abruzzo 2016.

Gli altri vini di Tenuta Oderisio

Quella delle Sorelle Di Candilo, non è l’unica linea della cantina abruzzese. Ecco le altre etichette:

  • “Sordello” Pecorino Terre di Chieti Igt
  • Tenuta Oderisio Passerina Igt Terre di Chieti
  • “Don Panfilo” Montepulciano d’Abruzzo DOC
  • Tenuta Oderisio Montepulciano d’Abruzzo DOC
  • Tenuta Oderisio Syrah Terre di Chieti Igt

Tenuta Oderisio
Contrada Santa Lucia, 17/A (7,69 km) – Monteodorisio (CH)
Sito webFacebookInstagram

image_pdfimage_print
© Riproduzione vietata

Condividi su:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati alla nostra newsletter

Jenny Viant Gómez

Nata all’Avana (Cuba), vivo in Italia da 20 anni. Giornalista enogastronomica freelance, sommelier Ais, degustatrice iscritta all’albo e comunicatrice del vino, ho fondato Pink Panel, un gruppo di assaggio tutto al femminile. Avida globetrotter, assetata di vino e di conoscenza, sono titolare dell’agenzia per eventi e comunicazione esperienziale MasWine.

GdG Channel

Categorie

Pubblicità


Pubblicità

I nostri partner