Piemonte Gazzetta del Vino

Barbaresco Docg Marchesi di Barolo

Il Barbaresco, un grande vino che possiede tutta la personalità di terreni vocati alla struttura e alla longevità. Caratteristica di ogni rosso importante di queste terre.

Barbaresco Docg Marchesi di Barolo
Grappoli di Nebbiolo.

Siamo in Langa. Appendice meridionale di quel Piemonte culla di geni, statisti e regni che furono. Un ambiente che, dall’aristocratico, approda dolcemente al borghese, come la stessa orografia presenta, ma che trova nel possedimento terriero e nella grande sapienza vitivinicola il pedigree di queste terre e di queste genti. Solo sullo sfondo le maestose Alpi fanno da barriera, cortina, palizzata naturale contro tagli ed identità in vetro giacobine. Siamo in una piccola patria del vino che tra i cugini d’Oltralpe e i fratellastri toscani ha fatto grande l’enologia italiana nel mondo.

Il 2000, dal punto di vista meteorologico e climatico, viene definito come “grande”, un giudizio che si rispecchia in questo altrettanto grande vino: il Barbaresco. C’è l’anima di un terroir che raggiunge i massimi livelli d’espressività enologica.

C’è tutta la personalità di terreni vocati alla struttura e alla longevità. Caratteristica di ogni rosso importante di queste terre.

La degustazione del Barbaresco Docg Marchesi di Barolo

Il Barbaresco docg Marchesi di Barolo si presenta limpido, impenetrabile, di un colore rosso granato con unghia aranciata e consistente. Al naso è intenso, complesso e fine.

Descrittori: tostato (note di sottobosco, tartufo estivo, cuoio, liquirizia e cacao), speziato (pepe nero e vaniglia), fruttato (confettura di more), floreale (petali di rosa macerati).

In bocca è secco, caldo e morbido, ancora abbastanza fresco, con un tannino morbido e abbastanza sapido. Il vino risulta di corpo. Ben equilibrato, intenso, persistente e fine. Sul finale, il palato resta fresco, pulito, con una leggera nota ferrosa. Il vino é armonico e maturo.

Si abbina molto bene con ravioli del Plin, secondi di cacciagione e stracotto. Tranquillamente può rimanere a riposare ancora anche se questa annata lascia in bocca già emozioni e sorsi ammalianti e suadenti.

barbaresco-docg-marchesi-di-barolo
Le Cantine Marchesi di Barolo hanno sede a Barolo (CN), in via Roma, 1.

La scheda del vino

Nome vino: Barbaresco
Denominazione: DOCG (denominazione di origine controllata e garantita)
Vitigno: Nebbiolo 100%
Vendemmia: 2000
Colore: Rosso
Nome cantina: Antiche Cantine dei Marchesi di Barolo , via Roma, 1 – Barolo (CN)
Titolo alcolometrico: 13,5 %
Temperatura di servizio: 18°
Calice: ampio
Punteggio: 92



92
Print Friendly, PDF & Email
Tags

Condividi su:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati alla nostra newsletter
Alice Lombardi

Alice Lombardi

La psicogiornalista enologica - Giornalista, psicologa e sommelier AIS. Strana combinazione? Forse, o forse no perchè Alice la trasforma in un valore aggiunto,  intervistando le persone con l'empatia della psicoterapeuta e trattando la persona con la curiositas della giornalista.

© Riproduzione vietata
Scritto il: martedì, 20 Dicembre 2016

GdG Channel

Categorie

Pubblicità

Pubblicità

Pubblicità