Emilia-Romagna Eventi

Finger Food Festival Bologna

Cibo di strada, birre artigianali e world music tornano protagonisti a Bologna con la nuova edizione del “Finger Food Festival” dal 22 al 25 aprile 2016.

Finger-Food-Festival-BolognaDopo il grande successo di visitatori a ottobre 2015, Bologna ripropone una nuova edizione del “Finger Food Festival“, una grande occasione per trascorrere quattro giorni di svago, tra cibo di qualità, birra artigianale e musica live. L’appuntamento sarà per venerdì 22, sabato 23, domenica 24 e lunedì 25 aprile.

Confermata anche la location che sarà in piazza Liber paradisus sotto la meravigliosa Tettoia Nervi che ospiterà le eccellenze italiane e straniere dello street food in  25 banchi a cui si aggiungono 6 birrifici (tra cui 3 freschi vincitori di altrettanti premi Slow Food). Il tutto accompagnato da una programmazione musicale con world music live e dj sets a cura di Estragon.

Per quanto riguarda l’offerta gastronomica, in un solo evento, si potranno assaggiare assolute prelibatezze delle diverse cucine regionali italiane: dai pani ca meusa, arancine e cannoli direttamente da Palermo, alle bombette pugliesi, da lampredotto e trippa di Firenze alle olive ascolane (in versione classica, al tartufo e vegan con humus e quinoa), dal pastin del Bellunese alla farinata di Genova, dagli hamburger di chianina all’anguilla alla griglia degli amici di Romagna.

In questa edizione troveremo anche delle novità come la foccaccia di Recco col formaggio, le miasse del Canavese e il pasticciotto, dolce tipico salentino. Per accontentare davvero tutti i visitatori ci saranno anche proposte vegane e gluten free.

Finger-Food-Festival-Bologna
“Finger Food Festival”, a Bologna dal 22 al 25 aprile 2016.

Se le mascelle gireranno a mille, anche l’orecchio avrà la sua parte: sul palco si alterneranno infatti artisti internazionali e nostrani, pronti a far ballare il pubblico di ogni età con una mescolanza di generi che vanno dallo ska al rock, dal folk al reggae, dal country al balcan, dallo swing alla pizzica. I nomi? The Carny Villains (UK), Rumba de Bodas, Baro Drom Orkestar, Pestafango, solo per citarne alcuni.

In questo angolo di Bologna che negli ultimi anni sta attraversando una fase di rinnovamento e valorizzazione, il Finger Food Festival porterà un universo di gusti e profumi dove le prelibatezze regionali italiane si sposeranno con le tipicità di altri Paesi rigorosamente da gustare in porzioni “veloci” ma caratterizzate dalla qualità degli ingredienti e preparate al momento.

VENERDÌ 22 APRILE

h.19.00 Finger Food Dj’s

h.20.30 Dani De Zan. Cantante moderna fortemente ancorata agli anni sessanta, vive la sua esperienza musicale con la tipica filosofia hippie che contraddistingue gli artisti di quel tempo. Voce e chitarra per portare sul palco pezzi suoi e successi che hanno fatto la storia della musica folk, rock, country e blues.

h.21.30 The Carny Villains (UK). The Carny Villains sono una circus show band di sei elementi che suona swing, ska e folk balcan-style pestati insieme e srotolati dal vivo con tutta l’energia tumultuosa del punk rock. Nata come house band del The Invisible Circus, hanno cominciato a prendere d’assalto i palchi di tutta Europa, compresi festival come Fusion, Glastonbury e il loro omonimo Carny Ville a Bristol.

SABATO 23 APRILE

h.17.00 Peter Skanking Dj

h.19.30 Jakinta&Metissound. Non solo una band ma un originale percorso musicale multiculturale. Il progetto nasce a fine 2013 da un’idea di Ezio Jakinta Iaquinta che al culmine di una poliedrica e trasversale attività artistica sulla scena musicale bolognese ha voluto raccogliere attorno a sé svariati artisti in una sorta di “carovana” migrante e polverosa che dal sud del mondo trascina con sé ogni cosa. Differenti culture ed esperienze artistiche si fondono in un sapiente mix sonoro e visivo dove i suoni e i colori dell’Africa subsahariana, i ritmi balcanici e caraibici incontrano la tradizionale musica popolare dell’Italia meridionale.

h.21.30 Rumba de Bodas (Ita). Otto musicisti hanno messo insieme dal 2008 le loro differenti energie, esperienze e idee per creare uno stile unico, capace di unire latin grooves, balkan, swing, ska e reggae. Amano gli ottoni, la musica allegra, ogni sorta di tradizione popolare, ma soprattutto amano mescolare tutto insieme e spolverarci sopra chili di peperoncino. Fra vibrazioni del Sud America, melodie mitteleuropee, Ska, Carnival Jazziness, una miscela irresistibile che ha saputo trascinare nelle danze il pubblico ovunque si siano esibiti: dall’Italia a Londra, dalla Romania alla Spagna. Ad oggi la band ha pubblicato gli album “Just married” (2012) e “Karnaval Fou” (2014)

DOMENICA 24 APRILE

h.14.00 Finger Food Dj’s

h.17.00 BimBumBalaton. È un progetto di musica elettro-balkan nato a Bassano del Grappa nel settembre 2010. BimBum Balaton mescola musica tradizionale balcanica, con Balkan Beat e reggae.

h.19.30 El V and The Gardenhouse – Reggae, Ska, Mestizo. Con oltre 25 anni di attività, centinaia di concerti, decine di collaborazioni illustri, anche internazionali (le ultime Tonino Carotone e Sergent Garcia), grandi progetti di impegno per la cooperazione sociale, El V and The Gardenhouse – Reggae, Ska, Mestizo sono una delle realtà più concrete del panorama musicale italiano. Da diversi anni i brani di questa band vengono trasmessi dalle radio e suonati dai djs di Argentina, Messico, Colombia, Spagna, Belgio, Germania, Giappone… La carica live è sicuramente la loro peculiarità. Questo gruppo infatti unisce contenuti importanti, raccontati con la leggerezza di un sorriso, a una energia travolgente che riesce a coinvolgere ovunque il pubblico di ogni età.

h.21.30 Baro Drom Orkestar. Tradizione e innovazione si mischiano in questo strepitoso ensemble. Uno nuovo “genere” ribattezzato “Power Gipsy Dance”. Klezmer, musica armena, un po’ di balkan e di pizzica salentina, in un ensemble atipico: violino elettrico, contrabbasso elettrico, fisa e batteria modificata. Poco world…molto rock!

LUNEDÌ 25 APRILE

h.14.00 Finger Food Dj’s

h.18.30 Jordi Auguri Lord Sassafras. Figura emblematica e multietnica della scena spagnola, Jordi distilla una musica aperta ai quattro venti, un mix mutante di suoni solari dalla world music, al rock, alle influenze tecno-etno. Una saggia compilation chiamata “Mafia mondiale” che ha fatto salire, di festival in festival, la temperatura delle sue dance-floors. Jord lavora ormai da venticinque anni nel mondo della musica con lo pseudonimo di Lord Sassafras suonando in festival e club di tutta la Spagna. La sua attività live lo ha già portato spesso all’Ariano Folkfestival, senza dubbio il miglior festival italiano di world music, ma anche in Giappone, Slovenia, Belgio, Danimarca ed in tutto il resto d’Europa.

h.21.30 Pestafango. Une delle band più divertenti e scanzonate della scena folk italiana. I Pestafango nascono nel 2007 alla ricerca di un suono acustico e allo stesso tempo di forte impatto, ma solo nel 2010 completano la formazione portandola a sette elementi. A questa ricerca si affianca quella sulle canzoni tradizionali dell’Emilia e della Romagna, con la necessità di arrangiarle in una chiave più comprensibile alle nuove generazioni. Il risultato è una miscela di punk, reggae, ska, country, canti popolari e tanto divertimento.


FINGER FOOD FESTIVAL BOLOGNA
Dove: Bologna, piazza Liber Paradisus
Quando dal 22 al 25 aprile 2016
Orari: ven. dalle 18.30 alle 24; sab. e dom. dalle 12 alle 24; lun. dalle 12 alle 23
Ingresso: gratuito
Sito web: www.fingerfoodfestival.com
Facebook: Finger-Food-Festival


[mappress mapid=”136″]
Print Friendly, PDF & Email

Condividi su:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati alla nostra newsletter

GdG Channel

Categorie

Pubblicità

Pubblicità

Pubblicità