Dolci e frutta

Panna cotta alla birra con lamponi e crumble alla fava tonka

Un dolce piemontese dagli ingredienti semplici, nato agli inizi del ‘900, si conferma versatile in ogni occasione. Lo abbiamo arricchito con sapori intensi e inusuali che conquisteranno i palati più audaci.

Ricetta della Panna cotta alla birra con lamponi
Panna cotta alla birra con lamponi e crumble alla fava tonka (Foto © Lisa Corsoni).

La panna cotta è un dolce cremoso al cucchiaio nato agli inizi del ‘900 in Piemonte e poi diffuso nel resto d’Italia. Generalmente servita con salsa ai frutti di bosco, cioccolato o caramello, si prepara con ingredienti semplici: panna, latte in alcuni casi, zucchero e colla di pesce.

Panna cotta alla birra con lamponi e crumble alla fava tonka

Partendo da una base delicata di sapori, la panna cotta si rivela un dessert sempre versatile perchè può essere arricchito con varie combinazioni per creare gusti, più o meno originali. In questa ricetta è stata utilizzata la birra che conferisce un sapore particolarissimo che è assolutamente da provare.

Ingredienti della Panna cotta alla birra
Ingredienti per la ricetta (Foto © Lisa Corsoni).
 
Dosi:
6 persone
Difficoltà:
Facile
Costo:
Basso
Tempo:

8,15 ore

Tempo Cottura:

15 minuti

 
 
Forno:

NO

Dosi:
6 persone
Difficoltà:
Facile
Costo:
Basso
Tempo:

8,15 ore

Tempo Cottura:

15 minuti

Forno:

NO

Ingredienti per la panna cotta

  • 300 ml di panna
  • 200 ml di birra chiara
  • 50 grammi di zucchero semolato
  • 2 fogli di gelatina

Ingredienti per il coulis di lamponi

  • 200 grammi di lamponi freschi
  • 20 grammi circa di zucchero a velo

Ingredienti per il crumble

  • 100 grammi di farina “00”
  • 50 grammi di burro
  • 50 grammi di zucchero di canna
  • 1 cucchiaino di fava tonka.

  1. Iniziare con la preparazione della panna cotta, meglio ancora se realizzata la sera prima. Far bollire la birra per 5, massimo 10 minuti, in modo da far evaporare l’alcool. Ottenuta la riduzione, spegnere la fiamma e lasciare intiepidire, quasi raffreddare
  2. Mentre la birra si raffredda, scaldare 100 ml di panna insieme allo zucchero; quest’ultimo deve sciogliersi ma facendo attenzione a non far bollire la panna
  3. Versare la panna scaldata nella birra e fare sciogliere all’interno la colla di pesce precedentemente ammollata in acqua e poi strizzata
    Panna cotta alla birra, ricetta speciale
  4. In un contenitore a parte, montate leggermente la restante panna ben fredda di frigo e amalgamarla al composto liquido preparato con la gelatina
  5. Mescolare delicatamente con una spatola, con un movimento dal basso verso l’alto. Quando gli ingredienti risulteranno ben amalgamati, trasferirli nei bicchieri da portata scelti
  6. Lasciare rapprendere la panna cotta per un paio di ore a temperatura ambiente, successivamente trasferirla in frigorifero per almeno una notte.

Preparazione del crumble

  1. Tagliare a piccoli pezzi il burro e lavorarlo insieme al resto degli ingredienti fino ad ottenere un impasto sabbioso. Distribuirlo su una teglia da forno rivestita di carta forno

    Ricetta dessert: Panna cotta alla birra con lamponi
    Gli ingredienti per il crumble (Foto © Lisa Corsoni).
  2. Infornare a 170° C per 10 minuti o fino a quando non risulterà dorato. A cottura ultimata, sfornate e lasciate raffreddare.
Dessert Panna cotta alla birra
Il crumble deve essere infornato e reso croccante (Foto © Lisa Corsoni).

Coulis di lamponi

Per il coulis di lamponi, lavare e asciugare la frutta, frullarla con lo zucchero a velo con l’aiuto di un mixer ad immersione e filtrare la purea con un colino per eliminare i semi dei lamponi

Avendo a disposizione tutte le basi del dessert, costruire il bicchiere versando uno strato di coulis sulla panna cotta e completare con lo strato di crumble croccante.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati alla nostra newsletter
Lisa Corsoni

Lisa Corsoni

Nata e cresciuta a Pisa con una buona dose d’amore per la cucina e i viaggi. Ho mosso i primi passi in cucina accanto a mia madre e, in seguito, ho frequentato la scuola alberghiera. Da sempre mi circondo di libri e riviste del settore e sono particolarmente amante della pasticceria. La trovo magica, mi regala momenti di coccole e totale concentrazione.

© Riproduzione vietata
Scritto il: giovedì, 6 20 Giugno19

GdG Channel

Categorie

Pubblicità

Pubblicità

Pubblicità