Primi piatti

Ravioli di patate al ragù di cinghiale

Ravioli di patate al cinghiale: un primo piatto gustoso
Foto © Daniela Minnella

Un primo piatto ricco di sapore che unisce la sfoglia a un ripieno leggero, il tutto condito da un sugo deciso

I ravioli di patate al ragù di cinghiale sono una tipica ricetta toscana ma che ormai si replica anche nel resto d’Italia. Si tratta di un primo piatto che regala soddisfazione per il piacevole contrasto tra la dolcezza e l’aromaticità dei ravioli e il sapore deciso del ragù al cinghiale. Accompagnato da un buon bicchiere di vino rosso, crea quell’atmosfera di convivialità tipica dell’Appennino tosco-emiliano.

La preparazione non è particolarmente complessa, fatta eccezione per la sfoglia per la quale ci vuole un po’ di esercizio. Preparate gli ingredienti, quindi, ecco la ricetta passo per passo.

Ravioli di patate al cinghiale
Ravioli di patate fatti a mano (Foto © Daniela Minnella).
image_pdfimage_print
 
Dosi:
4 persone
Difficoltà:
Facile
Costo:
Basso
Tempo:
Tempo Cottura:
 
 
Dosi:
4 persone
Difficoltà:
Facile
Costo:
Basso
Tempo:
Tempo Cottura:
  • 500 g di cinghiale
  • 700 g di passata di pomodoro

Per la sfoglia

  • 4 uova
  • 400 g di farina

Per il ripieno dei ravioli

  • 500 g di patate gialle cotte e schiacciate
  • 150 g di parmigiano raggiano
  • Sale e noce moscata q.b.

Ravioli di patate al cinghiale (Foto © Daniela Minnella).

Marinatura del cinghiale e preparazione del sugo

  1. Mettete il cinghiale in un recipiente ampio con vino bianco, rosmarino, aglio, alloro e salvia per una notte intera
  2. La mattina successiva, senza sciacquare, disponete la carne in una casseruola con carota, sedano, cipolla, olio extravergine di oliva e fate rosolare sul fuoco
  3. Aggiungete la passata di pomodoro, coprite e fate cuocere per due o tre ore a fuoco lento.

Preparazione del ripieno

  1. Dopo aver cotto in abbondante acqua le patate gialle, schiacciatele bene
  2. Aggiungete il Parmigiano, il sale e la noce moscata
  3. Mescolate per ottenere un composto uniforme.

Impasto della sfoglia e creazione dei ravioli

  1. Mettete la farina in una ciotola, tenendone un po’ da parte perchè potrebbe servire in seguito. Potete disporre la farina a “montagna” anche direttamente sulla spianatoia in legno
  2. Create un cratere e rompete le uova all’interno, quindi mescolate con una forchetta in modo da far assorbire la farina
  3. A questo punto, iniziate ad impastare a mano direttamente sul piano e lavorate l’impasto con il palmo per circa 10 minuti. Metteteci energia e tiratelo dalle varie parti fino ad ottenere una pasta omogenea ed elastica
  4. Avvolgete l’impasto nella pellicola e riponetelo a temperatura ambiente per almeno 30 minuti
  5. Trascorso il tempo di sosta, staccate un pezzo di composto e impastatelo nuovamente, aggiungendo un velo di farina se serve
  6. Tirate la sfoglia con il mattarello oppure con la macchina sfogliatrice fino a ottenere lo spessore desiderato. Non deve essere nè troppo sottile affinchè non si rompa, nè troppo spessa
  7. Utilizzate un utensile per i ravioli oppure realizzateli a mano, disponendo il ripieno di patate tra i due veli e chiudendo bene i bordi.
  8. Al momento del pasto, cuocete i ravioli in abbondante acqua salata e condite con il ragù di cinghiale.
© Riproduzione vietata

Condividi su:

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati alla nostra newsletter

Daniela Minnella

Nata e cresciuta a Siderno, dopo la maturità, Daniela si stabilisce a Bologna. Allegra, estroversa e generosa ha, da sempre, la passione per la cucina e per la pasticceria, con cui delizia il palato della sua famiglia e di tanti amici. Da qualche anno, ha deciso di farne un lavoro ed è diventata una personal chef di successo. Per La Gazzetta del Gusto è "La Spacciatrice di sapori" e racconterà di ricette ed eventi enogastronomici.

Ricevi informazioni utili

Segui la nostra TV

Le firme

Alessandra Piubello

Lorenzo Frassoldati

Giovanni Caldara

Esplora il magazine

Pubblicità


Pubblicità

I nostri partner